Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Alcuni di questi cookie sono utilizzati per realizzare le analisi delle viste, altri a gestire la pubblicità e altri ancora sono necessari per il corretto funzionamento del sito. Se si continua a navigare o si fa clic su "accettare", considereremo come accettato il loro utilizzo. È possibile ottenere ulteriori informazioni, o sapere come modificare le impostazioni, in Politica sui cookie?
Versión Española Versión Mexicana Ibercampus English Version Version française Versione italiana

23/4/2019  
      in Ibercampus in  | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Contatti | Tariffe | Iscriversi | RSS RSS
Politica
Politiche di inclusione
Ricerca e sviluppo
Capitale umano
Economia
Cultura
Ambiente
Salute
Società
Sport
Dibattiti
Interviste
Educazione
Borse di studio
Lavoro e Formazione
America Latina
Tendenze
Le aziende ed i CSR
Università
Chiamate
 Empresas y RSC
A2A
ANSALDO STS
ASSICURAZIONI GENERALI
ATLANTIA
AUTOGRILL
AZIMUT
BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA
BANCA POPOLARE DI MILANO
BANCO POPOLARE SOCIETÀ COOPERATIVA
BULGARI
BUZZI UNICEM
CAMPARI
CNH INDUSTRIAL
DIASORIN
ENEL S.P.A.
ENI
EXOR
FIAT
FINMECCANICA
FONDIARIA-SAI
GTECH
IMPREGILO
INTESA SANPAOLO
LUXOTTICA
MEDIASET
MEDIOBANCA
MEDIOLANUM
PARMALAT
PIRELLI & C.
PRYSMIAN
SAIPEM
SNAM RETE GAS
STMICROELECTRONICS
TELECOM ITALIA
TENARIS
TERNA - RETE ELETTRICA NAZIONALE
TOD'S
UBI BANCA
UNICREDIT
 Universidades























POLITICA
La crisi in Ucraina e lo spettro del conflitto

Ucraina, Mosca risponde agli Usa: «Inaccettabili le minacce di Kerry»


Kiev: «L´Ucraina non cederà mai la Crimea». Scontri anche Donetsk dove i pro-russi assaltano il Parlamento. Giovedì riunione dei Capi di Stato e di Governo Ue per concordare posizione comune.
Redazione 3 Marzo 2014 Condividi
Comparte esta noticia en TwitterComparte esta noticia en FacebookComparte esta noticia en TwitterAñadir a del.icio.usAñadir a YahooRSS
La crisi Ucraina sembra ben lontana da trovare una soluzione. E lo spettro di un conflitto aleggia sempre sul tavolo. Mosca giudica inaccettabili le minacce alla Russia del segretario di Stato Usa John Kerry«. Kerry ha condannato domenica quello che ha definito «un incredibile atto di aggressione» russo in Ucraina, dopo che le forze russe hanno preso il controllo della Crimea e il parlamento ha dato al presidente Vladimir Putin il consenso per inviare l’esercito in Ucraina.
KIEV - Una mossa quella di Putin che vede la massima opposizione da parte del nuovo governo di Kiev. «L’Ucraina non cederà mai la Crimea» è infatti l’avvertimento del primo ministro ucraino Arseni Iatseniuk citato dall’agenzia Interfax. Successivamente Iatseniuk ha precisato che «Per oggi non ci sono opzioni militari sul tavolo». Nel corso di una conferenza stampa congiunta con il segretario britannico agli Esteri William Hague.Yatsenyuk ha chiesto «sostegno politico ed economico reale e tangibile» ai Paesi occidentali. Nonostante la presenza dell’esercito russo «ogni tentativo della Russia di prendere la Crimea non avrà affatto successo», ha aggiunto il premier ad interim.
LA SITUAZIONE - Tuttavia la situazione sul campo al momento è chiara. La Russia ha il pieno controllo militare della Crimea e la maggioranza della popolazione appoggia la scelta di Mosca. Migliaia di soldati ucrani in Crimea, dopo essersi arresi, sono passati nelle file di Mosca. Le guardie di frontiera ucraine hanno inoltre denunciato che i militari russi continuano a sbarcare in Crimea massicciamente: nelle ultime 24 ore, sostengono, sono atterrati in Crimea 10 elicotteri da combattimento e 8 aerei da trasporto, senza che Kiev fosse informata con 72 ore di anticipo previste dall’accordo bilaterale sulla flotta russa del Mar Nero. Presunti soldati russi, armati ma con mimetiche prive di segni di riconoscimento, hanno inoltre circondato il centro di intelligence della Marina militare ucraina a capo Fiolent, a Sebastopoli, e il centro approvvigionamenti militari di Bakhcisarai. I soldati ucraini si rifiutano però di deporre le armi. 
C’è comunque grande attesa a Simferopoli, la capitale della Crimea, e in tutta la regione , per l’annuncio del governo autoproclamato sulla formulazione del quesito che verrà sottoposto a referendum il prossimo 30 marzo. Fonti concordanti riferiscono che verrà messa in votazione l’indipendenza dall’Ucraina.
DONETSK - La situazione sta precipitando anche a Donetsk, altra area russofona dell’Ucraina dove, come riporta l’inviato delCorriere della Sera, manifestanti pro-russi hanno intrappolato i membri del locale Parlamento all’interno dell’edificio, malmenando quelli che tentavano di uscire, nell’indifferenza della polizia. Una mossa che avrebbe ottenuto i suoi effetti, visto che, per riuscire ad ottenere la libertà, i membri del parlamento regionale di Donetsk hanno annunciato di voler convocare un referendum sullo status della regione, come ha fatto la repubblica autonoma di Crimea. Hanno votato a favore in 98, 3 i contrari e 3 astenuti.
UE- Sul fronte politico e diplomatico l’Occidente si mostra diviso sui modi e sulla strategia da seguire per realizzare un efficace appoggio al governo di Kiev. Se la Germania ed anche l’Italia sembrano convinti che sia ancora possibile instaurare un dialogo con Mosca, gli Stati Uniti con l’appoggio di Francia e Gran Bretagna vorrebbero stabilire da subito sanzioni contro la Russia. Per trovare una sintesi a livello europeo un vertice straordinario dei capi di Stato e di governo della Ue per trovare una posizione comune sulla crisi dell’Ucraina si dovrebbe tenere giovedì. Secondo quanto si apprende, sono in corso i lavori per convocare i leader europei. Gli Usa invece hanno inviato il segretario di Stato John Kerry a Kiev per concordare iniziative comuni con le nuove autorità filo-occidentali. 
NAPOLITANO - Sulla vicenda ucraina è intervenuto anche il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che ha dichiarato: «Mi pare che il governo abbia assunto una posizione molto attenta a tutti gli aspetti e ai rischi della situazione».
 
Informazione via Corriere.it

Ultime da Politica
Il Parlamento greco ha approvato il primo pacchetto di misure imposte dall´UE
Approvato al senato il maxiemendamento sulla riforma della scuola
Il senato approva il ddl che introduce il reato di omicidio stradale
Domenica 31 Maggio si voterà in 7 regioni
I rapporti tra Vaticano e Palestina
La buona scuola in un video
La Commissione Europea e la sfida della nuova Agenda Europea sull´Immigrazione.
La Camera ha approvato la nuova legge elettorale: arriva l´Italicum
Salta la candidatura di Nino Di Matteo alla Procura nazionale
Ue, no all´intesa Ungheria-Russia sul nucleare

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter
Inclusione Finanziaria
Parità di trattamento tra pari
Carlos Trias
Vuoi un blog tutto tuo ed essere letto in tutte l'università?
Scoprilo qui
LIBRI
Da zero a uno: I segreti delle startup, ovvero come si costruisce il futuro
Ginella Tabacco, Poterti parlare ancora
Alfredo Corchado, Mezzanotte in Messico
Arthur Miller, "L´equazione dell´anima"
Gino Strada e Roberto Satolli, "Zona Rossa"
Piero Angela, "Tredici miliardi di anni"
TESI E DISSERTAZIONI
Note Legali | Politica sulla Privacy | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Conttatare | Prezzi Annuncio | RSS RSS