Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Alcuni di questi cookie sono utilizzati per realizzare le analisi delle viste, altri a gestire la pubblicità e altri ancora sono necessari per il corretto funzionamento del sito. Se si continua a navigare o si fa clic su "accettare", considereremo come accettato il loro utilizzo. È possibile ottenere ulteriori informazioni, o sapere come modificare le impostazioni, in Politica sui cookie?
Versión Española Versión Mexicana Ibercampus English Version Version fran├žaise Versione italiana

15/8/2020  
      in Ibercampus in  | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Contatti | Tariffe | Iscriversi | RSS RSS
Politica
Politiche di inclusione
Ricerca e sviluppo
Capitale umano
Economia
Cultura
Ambiente
Salute
SocietÓ
Sport
Dibattiti
Interviste
Educazione
Borse di studio
Lavoro e Formazione
America Latina
Tendenze
Le aziende ed i CSR
UniversitÓ
Chiamate
 Empresas y RSC
A2A
ANSALDO STS
ASSICURAZIONI GENERALI
ATLANTIA
AUTOGRILL
AZIMUT
BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA
BANCA POPOLARE DI MILANO
BANCO POPOLARE SOCIET└ COOPERATIVA
BULGARI
BUZZI UNICEM
CAMPARI
CNH INDUSTRIAL
DIASORIN
ENEL S.P.A.
ENI
EXOR
FIAT
FINMECCANICA
FONDIARIA-SAI
GTECH
IMPREGILO
INTESA SANPAOLO
LUXOTTICA
MEDIASET
MEDIOBANCA
MEDIOLANUM
PARMALAT
PIRELLI & C.
PRYSMIAN
SAIPEM
SNAM RETE GAS
STMICROELECTRONICS
TELECOM ITALIA
TENARIS
TERNA - RETE ELETTRICA NAZIONALE
TOD'S
UBI BANCA
UNICREDIT
 Universidades























SALUTE
Salute

Sonnare per cancellare i traumi e le paure


Bisogna affrontare le proprie paure, per vincerle? Un team di ricercatori della Northwestern University di Chicago scopre che il sonno potrebbe essere la chiave per cancellare i nostri cattivi ricordi.
Redazione 26 Settembre 2013 Condividi
Comparte esta noticia en TwitterComparte esta noticia en FacebookComparte esta noticia en TwitterAñadir a del.icio.usAñadir a YahooRSS
Affrontare le propie paure già non e più la megliore soluzione per vincerle. Secondo la ricercatrice Katherina K. Hauner e colleghi del Dipartimento di Neurologia della Feinberg School of Medicine della Northwestern University di Chicago, il sonno sarebbe la chiave per cancellare i brutti ricordi ed i traumi psicologici.

Lo studio, pubblicato su Nature Neuroscience, sembrerebbe infatti dimostrare che è possibile ridurre la paura associata ad un evento traumatico esponendo un soggetto a un input sensoriale legato a quella paura, ad esempio un odore, mentre dorme. Questo “condizionamento” notturno sembrerebbe infatti in grado di modificare l’attività di specifiche aree del cervello, coinvolte nei processi di memoria e di percezione delle emozioni.

Non sempre si riscontra un’associazione già presente nel paziente fra il momento doloroso e un odore particolare. In questo caso, gli scienziati hanno provveduto a programmare l’associazione attraverso una tecnica che ha coinvolto sia la vista che l’olfatto.

In poche parole, i ricercatori hanno sottoposto i partecipanti a delle leggere scariche elettriche e contemporaneamente ad un odore particolarmente pungente e buono. Tutto questo mentre venivano loro mostrate le immagini di due facce. Questo associava ai due visi particolari l’ansia della scarica elettrica, dunque la paura. Finita questa fase, i soggetti dovevano essere “liberati” da tale paura.

Attualmente fobie e traumi si trattano con una terapia cosiddetta di esposizione - Il terapeuta propone al paziente in modo sicuro l´oggetto della fobia, ad esempio un ragno (prima a video, poi da lontano, poi sempre più vicino), cosicché il paziente lavora sulla sua paura e la ridimensiona. Questo studio mostra che tale lavoro di rimozione potrebbe essere svolto in maniera ancora più efficiente nel sonno. Gli esperti hanno mostrato a 15 volontari le foto di due volti, associandole a degli odori e ad una scossa elettrica. Se so che, quando sento un certo odore e vedo un certo volto, ricevo una scossa, istintivamente avrò paura di quell´odore e di quel volto.


Ultime da Salute
Quanto spendono gli italiani in dispositivi medici?
Un disastro chiamato universitario
Arriva il nuovo vaccino per via aerosol
Nuovo Dipartimento di Oncologia alla Statale
Emblem, il defibrillatore sottocutaneo che salva dagli infarti
Ricerca di collegamenti fra cervello e sistema linfatico
Guarito l┤infermiere italiano contagiato da ebola
Un nuovo materiale per rigenerare le ossa degli anziani
Una ricerca ha trovato il punto debole dell┤ebola
L┤Oms chiede un fondo emergenze da 100 milioni

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter
Inclusione Finanziaria
ParitÓ di trattamento tra pari
Carlos Trias
Vuoi un blog tutto tuo ed essere letto in tutte l'universitÓ?
Scoprilo qui
LIBRI
Da zero a uno: I segreti delle startup, ovvero come si costruisce il futuro
Ginella Tabacco, Poterti parlare ancora
Alfredo Corchado, Mezzanotte in Messico
Arthur Miller, "L┤equazione dell┤anima"
Gino Strada e Roberto Satolli, "Zona Rossa"
Piero Angela, "Tredici miliardi di anni"
TESI E DISSERTAZIONI
Note Legali | Politica sulla Privacy | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Conttatare | Prezzi Annuncio | RSS RSS