Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Alcuni di questi cookie sono utilizzati per realizzare le analisi delle viste, altri a gestire la pubblicità e altri ancora sono necessari per il corretto funzionamento del sito. Se si continua a navigare o si fa clic su "accettare", considereremo come accettato il loro utilizzo. È possibile ottenere ulteriori informazioni, o sapere come modificare le impostazioni, in Politica sui cookie?
Versión Española Versión Mexicana Ibercampus English Version Version fran├žaise Versione italiana

25/4/2019  
      in Ibercampus in  | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Contatti | Tariffe | Iscriversi | RSS RSS
Politica
Politiche di inclusione
Ricerca e sviluppo
Capitale umano
Economia
Cultura
Ambiente
Salute
SocietÓ
Sport
Dibattiti
Interviste
Educazione
Borse di studio
Lavoro e Formazione
America Latina
Tendenze
Le aziende ed i CSR
UniversitÓ
Chiamate
 Empresas y RSC
A2A
ANSALDO STS
ASSICURAZIONI GENERALI
ATLANTIA
AUTOGRILL
AZIMUT
BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA
BANCA POPOLARE DI MILANO
BANCO POPOLARE SOCIET└ COOPERATIVA
BULGARI
BUZZI UNICEM
CAMPARI
CNH INDUSTRIAL
DIASORIN
ENEL S.P.A.
ENI
EXOR
FIAT
FINMECCANICA
FONDIARIA-SAI
GTECH
IMPREGILO
INTESA SANPAOLO
LUXOTTICA
MEDIASET
MEDIOBANCA
MEDIOLANUM
PARMALAT
PIRELLI & C.
PRYSMIAN
SAIPEM
SNAM RETE GAS
STMICROELECTRONICS
TELECOM ITALIA
TENARIS
TERNA - RETE ELETTRICA NAZIONALE
TOD'S
UBI BANCA
UNICREDIT
 Universidades























POLITICHE DI INCLUSIONE
I dati dell┤emigrazione italiana sono in costante crescita

Regno Unito: italiani? No, grazie


Il Regno Unito, e soprattutto Londra, affrontano da anni un flusso migratorio in entrata fra i pi¨ alti d┤Europa. Molti cittadini chiedono al governo Cameron maggiori controlli, soprattutto sugli immigrati protetti da Schengen.
Redazione 26 Gennaio 2015 Condividi
Comparte esta noticia en TwitterComparte esta noticia en FacebookComparte esta noticia en TwitterAñadir a del.icio.usAñadir a YahooRSS
fonte: informagiovani-italia.com
I numeri dell┤emigrazione italiana, e in generale di tutta l┤Europa meridionale, sono da anni in crescita costante. E una delle mete preferite dai nostri giovani connazionali, per la sua vicinanza e l┤appartenenza all┤Unione Europea, è sicuramente il Regno Unito. Londra in particolare ha visto afflussi record di giovani stranieri negli ultimi sette anni. Nelle file ai job center per richiedere il numero d┤assicurazione, obbligatorio per lavorare, le lingue che dominano sono italiano e spagnolo.

Secondo le stime gli italiani residenti nel Regno Unito al momento sarebbero 600.000, di cui la metà nella sola Londra. L┤anno scorso gli arrivi italiani sono stimati intorno ai 44.000, più del doppio dell┤anno precedente. Chi sono questi italiani? Quasi tutti al di sotto dei trent┤anni rispecchiano tutte le problematiche legate al lavoro: non solo ricercatori e universitari (secondo la retorica della fuga del genio italiano che ci piace raccontare in Italia), ma ragazzi in cerca di un qualsiasi lavoro che in patria non trovano. Senza dimenticare l┤attrattiva di una città cosmopolita come Londra.

Gli Italiani sono impiegati in maniera massiccia nella ristorazione, anche in grosse catene dai bassi salari, come Starbucks. L┤aumento incessante di immigrati comincia a preoccupare seriamente gli inglesi e Cameron: il premier, stretto fra l┤Ukip populista di Farange e il bisogno di voti moderati, vorrebbe chiedere all┤Europa un tetto massimo di immigrati comunitari. Senza incorrere in una crisi con l┤Unione a causa della libera circolazione dei cittadini europei.

Quello che infastidisce i londinesi, però, è proprio questo: mentre un┤extra-comunitario ha bisogno di visti ed è più controllato, gli europei hanno un┤entrata agevolata da Schengen. E┤ la mancanza di controlli sicuri che irrita i bravi sudditi di sua Maestà. Ovviamente la questione è più complessa, e la maggioranza dei cittadini britannici non è contraria all┤immigrazione. La preoccupazione, però, aumenta: il nome dell┤Italia, fino ad ora in secondo piano nella questione migratoria britannica, si è fatto strada accanto a quello di Spagna, Portogallo, Grecia ed est Europa.
 

Ultime da Politiche di inclusione
Venezia ospita Fieritals, l┤editoria dell┤italiano a stranieri
Sve di 9 mesi in Georgia
Uno sguardo alle principali minoranze europee
La Commissione Europea cerca una risposta efficace per l┤immigrazione
Green economy, la classifica italiana
UniCredit Carta E, un bando per finanziare i giovani
L┤Europa ferma il turismo del welfare
Parte oggi OrientaSud, il Salone delle opportunitÓ per i giovani del Sud Italia
Quarta Convenzione annuale della Piattaforma europea contro la povertÓ e l┤esclusione sociale
Uguaglianza di genere: le sfide del Parlamento Europeo

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter
Inclusione Finanziaria
ParitÓ di trattamento tra pari
Carlos Trias
Vuoi un blog tutto tuo ed essere letto in tutte l'universitÓ?
Scoprilo qui
LIBRI
Da zero a uno: I segreti delle startup, ovvero come si costruisce il futuro
Ginella Tabacco, Poterti parlare ancora
Alfredo Corchado, Mezzanotte in Messico
Arthur Miller, "L┤equazione dell┤anima"
Gino Strada e Roberto Satolli, "Zona Rossa"
Piero Angela, "Tredici miliardi di anni"
TESI E DISSERTAZIONI
Note Legali | Politica sulla Privacy | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Conttatare | Prezzi Annuncio | RSS RSS