Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Alcuni di questi cookie sono utilizzati per realizzare le analisi delle viste, altri a gestire la pubblicità e altri ancora sono necessari per il corretto funzionamento del sito. Se si continua a navigare o si fa clic su "accettare", considereremo come accettato il loro utilizzo. È possibile ottenere ulteriori informazioni, o sapere come modificare le impostazioni, in Politica sui cookie?
Versión Española Versión Mexicana Ibercampus English Version Version fran├žaise Versione italiana

22/3/2019  
      in Ibercampus in  | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Contatti | Tariffe | Iscriversi | RSS RSS
Politica
Politiche di inclusione
Ricerca e sviluppo
Capitale umano
Economia
Cultura
Ambiente
Salute
SocietÓ
Sport
Dibattiti
Interviste
Educazione
Borse di studio
Lavoro e Formazione
America Latina
Tendenze
Le aziende ed i CSR
UniversitÓ
Chiamate
 Empresas y RSC
A2A
ANSALDO STS
ASSICURAZIONI GENERALI
ATLANTIA
AUTOGRILL
AZIMUT
BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA
BANCA POPOLARE DI MILANO
BANCO POPOLARE SOCIET└ COOPERATIVA
BULGARI
BUZZI UNICEM
CAMPARI
CNH INDUSTRIAL
DIASORIN
ENEL S.P.A.
ENI
EXOR
FIAT
FINMECCANICA
FONDIARIA-SAI
GTECH
IMPREGILO
INTESA SANPAOLO
LUXOTTICA
MEDIASET
MEDIOBANCA
MEDIOLANUM
PARMALAT
PIRELLI & C.
PRYSMIAN
SAIPEM
SNAM RETE GAS
STMICROELECTRONICS
TELECOM ITALIA
TENARIS
TERNA - RETE ELETTRICA NAZIONALE
TOD'S
UBI BANCA
UNICREDIT
 Universidades























CAPITALE UMANO
Under 40 per evitare la "desertificazione" agricola

Regione Puglia, via alla legge sui terreni ai giovani


Il provvedimento intende promuovere l┤accesso dei giovani agricoltori ai terreni di proprietÓ della Regione, degli enti controllati e dei Comuni al fine di favorire il ricambio generazionale e lo sviluppo dell┤imprenditorialitÓ giovanile, frenando nel contempo fenomeni come la desertificazione, l┤erosione e il dissesto idrogeologico.
Redazione 7 Maggio 2014 Condividi
Comparte esta noticia en TwitterComparte esta noticia en FacebookComparte esta noticia en TwitterAñadir a del.icio.usAñadir a YahooRSS
La Regione Puglia provvederà ad emanare avvisi pubblici per la concessione o la locazione dei terreni agricoli, nonché delle aree utilizzate a tali scopi indipendentemente dalla destinazione urbanistica e quelle ”comunque libere da edificazioni ed infrastrutture, suscettibili di utilizzazione agricola”. E’ una delle innovazioni previste dalla legge ”Disposizioni per favorire l’accesso dei giovani all’agricoltura e contrastare l’abbandono ed il consumo dei suoli agricoli” approvata all’unanimità dal Consiglio regionale.

Il provvedimento intende promuovere l’accesso dei giovani agricoltori ai terreni di proprietà della Regione, degli enti controllati e dei Comuni al fine di favorire il ricambio generazionale e lo sviluppo dell’imprenditorialità giovanile, frenando nel contempo fenomeni come la desertificazione, l’erosione e il dissesto idrogeologico. La concessione o la locazione riguarderà esclusivamente l’affidamento a giovani agricoltori di età interiore a 40 anni e con priorità a quelli di primo insediamento. Entro sei mesi, e successivamente entro il 31 dicembre di ogni anno, la Regione individuerà l’elenco dei terreni agricoli a vocazione agricola idonei. Entro un anno, invece, dall’entrata in vigore della legge predisporrà un inventario, attraverso accordi con gli enti locali e gli enti pubblici, con idoneo supporto cartografico delle aree agricole di proprietà pubblica, rendendolo accessibile al pubblico tramite il proprio sistema informativo. La proposta di legge è partita dai consiglieri Lonigro, Losappio e Disabato per favorire l’accesso dei giovani nel mondo agricolo. Soddisfazione è stata espressa dal foggiano Pino Lonigro, presidente della commissione Bilancio: “Le norme approvate – dichiara Lonigro – prevedono avvisi pubblici per la concessione o la locazione dei terreni agricoli e delle aree libere da edificazioni e infrastrutture, suscettibili di utilizzazione agricola. Lo spirito della legge appena approvata conclude – servirà a facilitare l’accesso dei giovani agricoltori, di età inferiore ai quaranta anni con priorità per quelli di primo insediamento, ai terreni di proprietà della Regione, degli enti controllati e dei Comuni, al fine di favorire il ricambio generazionale, fissando i criteri per procedere all’individuazione dei terreni, con la compilazione di un inventario dei terreni agricoli”.
 

Ultime da Capitale umano
Scambio culturale in Georgia
La metro M5 arriverÓ fino a Monza
"Costruiamo il futuro", verso lo sciopero del 5 dicembre
La Commissione europea lancia un contest di scrittura
Nel 2013 pi¨ di 120 milioni di europei a rischio povertÓ o esclusione sociale
Premio EGO per le start-up pi¨ innovative
Expo premia le donne
Pulizie a domicilio, arriva Easyfeel
Crowdfunding: 3 false credenze e 3 consigli
Metti un Fablab nel deserto

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter
Inclusione Finanziaria
ParitÓ di trattamento tra pari
Carlos Trias
Vuoi un blog tutto tuo ed essere letto in tutte l'universitÓ?
Scoprilo qui
LIBRI
Da zero a uno: I segreti delle startup, ovvero come si costruisce il futuro
Ginella Tabacco, Poterti parlare ancora
Alfredo Corchado, Mezzanotte in Messico
Arthur Miller, "L┤equazione dell┤anima"
Gino Strada e Roberto Satolli, "Zona Rossa"
Piero Angela, "Tredici miliardi di anni"
TESI E DISSERTAZIONI
Note Legali | Politica sulla Privacy | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Conttatare | Prezzi Annuncio | RSS RSS