Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Alcuni di questi cookie sono utilizzati per realizzare le analisi delle viste, altri a gestire la pubblicità e altri ancora sono necessari per il corretto funzionamento del sito. Se si continua a navigare o si fa clic su "accettare", considereremo come accettato il loro utilizzo. È possibile ottenere ulteriori informazioni, o sapere come modificare le impostazioni, in Politica sui cookie?
Versión Española Versión Mexicana Ibercampus English Version Version fran├žaise Versione italiana

19/3/2019  
      in Ibercampus in  | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Contatti | Tariffe | Iscriversi | RSS RSS
Politica
Politiche di inclusione
Ricerca e sviluppo
Capitale umano
Economia
Cultura
Ambiente
Salute
SocietÓ
Sport
Dibattiti
Interviste
Educazione
Borse di studio
Lavoro e Formazione
America Latina
Tendenze
Le aziende ed i CSR
UniversitÓ
Chiamate
 Empresas y RSC
A2A
ANSALDO STS
ASSICURAZIONI GENERALI
ATLANTIA
AUTOGRILL
AZIMUT
BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA
BANCA POPOLARE DI MILANO
BANCO POPOLARE SOCIET└ COOPERATIVA
BULGARI
BUZZI UNICEM
CAMPARI
CNH INDUSTRIAL
DIASORIN
ENEL S.P.A.
ENI
EXOR
FIAT
FINMECCANICA
FONDIARIA-SAI
GTECH
IMPREGILO
INTESA SANPAOLO
LUXOTTICA
MEDIASET
MEDIOBANCA
MEDIOLANUM
PARMALAT
PIRELLI & C.
PRYSMIAN
SAIPEM
SNAM RETE GAS
STMICROELECTRONICS
TELECOM ITALIA
TENARIS
TERNA - RETE ELETTRICA NAZIONALE
TOD'S
UBI BANCA
UNICREDIT
 Universidades























POLITICA
Marcia indietro

Partite Iva, il governo cambia

fonte: news.biancolavoro.it

Il nuovo regime dei minimi vale solo per chi guadagna meno di 15mila euro, una soglia molto bassa che taglia fuori parecchi lavoratori autonomi.
Redazione 9 Febbraio 2015 Condividi
Comparte esta noticia en TwitterComparte esta noticia en FacebookComparte esta noticia en TwitterAñadir a del.icio.usAñadir a YahooRSS
 Articoli simili
 Confindustria sta con Renzi
Parlando ai militanti del Pd di Torino e ai vertici piemontesi di Confindustria e sindacati il ministro del lavoro, Giuliano Poletti, ha ribadito che sulle riforme il governo non trattaperché è pronto ad assumersi le sue responsabilità e questo vuol dire anche riconoscere quando è stato fatto un errore e poi correggerlo. È il caso del nuovo regime sulle partite Iva che resta una questione aperta che affronteremo nel Consiglio dei ministri del 20 febbraio. "Daremo una risposta adatta perché il governo vuole dare una mano ai giovani, ai free-lance e a quelli che ci provano". E la correzione, comunque, dovrà produrre le condizioni che consentano di avere tutele e una regolazione che non li penalizzi.

Nei giorni scorsi il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, aveva dichiarato che nei decreti delegati sul fisco c’è anche lo spazio per modificare in meglio le norme sulle partite Iva e spero riusciremo a presentare tutta la riforma fiscale il 20 febbraio. Ma esponenti della maggioranza chiedono di dare un segnale concreto subito. Sempre nel convegno di Torino, il presidente commissione lavoro della Camera Cesare Damiano (contestato in tempo reale via Twitter per non aver parlato di free-lance e partite Iva nel suo intervento) ha ricordato l’emendamento presentato al Mille Proroghe che chiede di accantonare l’aumento dell’Irpef in attesa della riforma complessiva del regime fiscale. Giacomo Portas, presidente Pd della Vigilanza sull’Anagrafe Tributaria, ipotizza un’aliquota al 10% e l’introduzione di un aumento progressivo legato al fatturato.

La Legge di Stabilità manda in pensione il forfettone del 5% riservato agli under trentacinque, che durava 5 anni. Al suo posto, per commercianti, artigiani e professionisti, arriva un regime forfettario con aliquota al 15%. Per accedere al «bonus» non ci sono più soglie di età ma solo di ricavi: se prima il tetto era unico (30 mila euro), ora le soglie sono diverse e variano da 15 mila euro per le attività professionali a 40 mila per il commercio. In base ai calcoli del Mef le nuove misure interesserebbero 570 mila soggetti nel 2015 e 772.000 a regime. La soglia di 15mila euro, però, è bassa: facile che un free-lance, anche se per poco, venga tagliato fuori. Per chi riesce ad aderire, in ogni caso, non c’è molto da festeggiare.

Un’elaborazione della Fondazione Hume ha calcolato gli effetti del nuovo sistema su un giovane professionista del terziario, ad esempio un consulente informatico, che abbia deciso di mettersi in proprio. Quindicimila euro di compensi l’anno, capitale iniziale di circa duemila (il minimo per un computer e uno smartphone). Se avesse aperto la partita Iva a dicembre l’imposta sostitutiva si sarebbe attestata a 450 euro adesso decolla a 811. L’altro profilo è quello di un giovane che avvia un’attività di vendita al dettaglio e viaggia sui venticinquemila euro di ricavi l’anno. Bisogna calcolare un 10mila euro di costi, inevitabili per chi inizia. Se con il vecchio regime dei minimi, attivato entro il 2014, l’imposta sostitutiva si fermava a 520 euro, con il nuovo forfait - stima la Fondazione Hume - l’importo sfiora i 700 euro.

Fonte: LaStampa.it

Ultime da Politica
Il Parlamento greco ha approvato il primo pacchetto di misure imposte dall┤UE
Approvato al senato il maxiemendamento sulla riforma della scuola
Il senato approva il ddl che introduce il reato di omicidio stradale
Domenica 31 Maggio si voterÓ in 7 regioni
I rapporti tra Vaticano e Palestina
La buona scuola in un video
La Commissione Europea e la sfida della nuova Agenda Europea sull┤Immigrazione.
La Camera ha approvato la nuova legge elettorale: arriva l┤Italicum
Salta la candidatura di Nino Di Matteo alla Procura nazionale
Ue, no all┤intesa Ungheria-Russia sul nucleare

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter
Inclusione Finanziaria
ParitÓ di trattamento tra pari
Carlos Trias
Vuoi un blog tutto tuo ed essere letto in tutte l'universitÓ?
Scoprilo qui
LIBRI
Da zero a uno: I segreti delle startup, ovvero come si costruisce il futuro
Ginella Tabacco, Poterti parlare ancora
Alfredo Corchado, Mezzanotte in Messico
Arthur Miller, "L┤equazione dell┤anima"
Gino Strada e Roberto Satolli, "Zona Rossa"
Piero Angela, "Tredici miliardi di anni"
TESI E DISSERTAZIONI
Note Legali | Politica sulla Privacy | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Conttatare | Prezzi Annuncio | RSS RSS