Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Alcuni di questi cookie sono utilizzati per realizzare le analisi delle viste, altri a gestire la pubblicità e altri ancora sono necessari per il corretto funzionamento del sito. Se si continua a navigare o si fa clic su "accettare", considereremo come accettato il loro utilizzo. È possibile ottenere ulteriori informazioni, o sapere come modificare le impostazioni, in Politica sui cookie?
Versión Española Versión Mexicana Ibercampus English Version Version fran├žaise Versione italiana

19/6/2019  
      in Ibercampus in  | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Contatti | Tariffe | Iscriversi | RSS RSS
Politica
Politiche di inclusione
Ricerca e sviluppo
Capitale umano
Economia
Cultura
Ambiente
Salute
SocietÓ
Sport
Dibattiti
Interviste
Educazione
Borse di studio
Lavoro e Formazione
America Latina
Tendenze
Le aziende ed i CSR
UniversitÓ
Chiamate
 Empresas y RSC
A2A
ANSALDO STS
ASSICURAZIONI GENERALI
ATLANTIA
AUTOGRILL
AZIMUT
BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA
BANCA POPOLARE DI MILANO
BANCO POPOLARE SOCIET└ COOPERATIVA
BULGARI
BUZZI UNICEM
CAMPARI
CNH INDUSTRIAL
DIASORIN
ENEL S.P.A.
ENI
EXOR
FIAT
FINMECCANICA
FONDIARIA-SAI
GTECH
IMPREGILO
INTESA SANPAOLO
LUXOTTICA
MEDIASET
MEDIOBANCA
MEDIOLANUM
PARMALAT
PIRELLI & C.
PRYSMIAN
SAIPEM
SNAM RETE GAS
STMICROELECTRONICS
TELECOM ITALIA
TENARIS
TERNA - RETE ELETTRICA NAZIONALE
TOD'S
UBI BANCA
UNICREDIT
 Universidades























POLITICA
Elezioni anticipate ad Israele

Netanyahu si riconferma a capo del governo israeliano


Le elezioni del 17 marzo hanno visto la vittoria del leader di Likud, capace di ribaltare il risultato proposto dagli exit poll. Grande delusione invece per i progressisti di Unione Sionista.
Francesco Vergendo 19 Marzo 2015 Condividi
Comparte esta noticia en TwitterComparte esta noticia en FacebookComparte esta noticia en TwitterAñadir a del.icio.usAñadir a YahooRSS
fonte: nbcnews.com
Alla fine l´ha spuntata lui, di nuovo. Benjamin Netanyahu ha ottenuto la maggioranza relativa dei voti (23,26% e 30 seggi) e si è riguadagnato la possibilità di ottenere l´incarico per formare un governo, tramite un accordo di coalizione con i partiti che lo sosterranno. Si tratta del suo quarto mandato.

Tutto era cominciato il 2 dicembre, quando il primo ministro israeliano, leader del partito conservatore Likud, comunicò che ci sarebbero state le elezioni anticipate in seguito alla rimozione di due importanti ministri: il ministro delle finanze Yair Lapid (leader del partito centrista Yesh Atid) e il ministro della giustizia Tzipi Livni (leader del partito centrista HaTnuah), avvenuta dopo l´opposizione dei partiti alleati alla proposta di legge per definire Israele "patria nazionale del popolo ebraico" al posto di "stato ebraico e democratico".

Il grande sconfitto di queste elezioni è sicuramente il partito progressista Unione Sionista di Isaac Herzog, dato in vantaggio dagli exit poll ma che invece si è fermato al 18,73% e 24 seggi. Mentre invece Lista Comune, coalizione formata da tutti i partiti arabi, può ritenersi soddisfatta grazie al suo 10,98% che le garantisce 14 seggi.

L´azzardo di Netanyahu sembra riuscito. Si è giocato tutto trasformando queste elezioni in un referendum sulla sua persona, caricando la campagna elettorale anche sulla questione dello stato palestinese, ribadendo la sua totale e ferma contrarietà. Ora però dovrà trasformare questo consenso in un solido governo di coalizione, impresa non impossibile, ma sicuramente non così scontata come sembra.



Ultime da Politica
Il Parlamento greco ha approvato il primo pacchetto di misure imposte dall┤UE
Approvato al senato il maxiemendamento sulla riforma della scuola
Il senato approva il ddl che introduce il reato di omicidio stradale
Domenica 31 Maggio si voterÓ in 7 regioni
I rapporti tra Vaticano e Palestina
La buona scuola in un video
La Commissione Europea e la sfida della nuova Agenda Europea sull┤Immigrazione.
La Camera ha approvato la nuova legge elettorale: arriva l┤Italicum
Salta la candidatura di Nino Di Matteo alla Procura nazionale
Ue, no all┤intesa Ungheria-Russia sul nucleare

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter
Inclusione Finanziaria
ParitÓ di trattamento tra pari
Carlos Trias
Vuoi un blog tutto tuo ed essere letto in tutte l'universitÓ?
Scoprilo qui
LIBRI
Da zero a uno: I segreti delle startup, ovvero come si costruisce il futuro
Ginella Tabacco, Poterti parlare ancora
Alfredo Corchado, Mezzanotte in Messico
Arthur Miller, "L┤equazione dell┤anima"
Gino Strada e Roberto Satolli, "Zona Rossa"
Piero Angela, "Tredici miliardi di anni"
TESI E DISSERTAZIONI
Note Legali | Politica sulla Privacy | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Conttatare | Prezzi Annuncio | RSS RSS