Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Alcuni di questi cookie sono utilizzati per realizzare le analisi delle viste, altri a gestire la pubblicità e altri ancora sono necessari per il corretto funzionamento del sito. Se si continua a navigare o si fa clic su "accettare", considereremo come accettato il loro utilizzo. È possibile ottenere ulteriori informazioni, o sapere come modificare le impostazioni, in Politica sui cookie?
Versión Española Versión Mexicana Ibercampus English Version Version fran├žaise Versione italiana

22/3/2019  
      in Ibercampus in  | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Contatti | Tariffe | Iscriversi | RSS RSS
Politica
Politiche di inclusione
Ricerca e sviluppo
Capitale umano
Economia
Cultura
Ambiente
Salute
SocietÓ
Sport
Dibattiti
Interviste
Educazione
Borse di studio
Lavoro e Formazione
America Latina
Tendenze
Le aziende ed i CSR
UniversitÓ
Chiamate
 Empresas y RSC
A2A
ANSALDO STS
ASSICURAZIONI GENERALI
ATLANTIA
AUTOGRILL
AZIMUT
BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA
BANCA POPOLARE DI MILANO
BANCO POPOLARE SOCIET└ COOPERATIVA
BULGARI
BUZZI UNICEM
CAMPARI
CNH INDUSTRIAL
DIASORIN
ENEL S.P.A.
ENI
EXOR
FIAT
FINMECCANICA
FONDIARIA-SAI
GTECH
IMPREGILO
INTESA SANPAOLO
LUXOTTICA
MEDIASET
MEDIOBANCA
MEDIOLANUM
PARMALAT
PIRELLI & C.
PRYSMIAN
SAIPEM
SNAM RETE GAS
STMICROELECTRONICS
TELECOM ITALIA
TENARIS
TERNA - RETE ELETTRICA NAZIONALE
TOD'S
UBI BANCA
UNICREDIT
 Universidades























CAPITALE UMANO
I dati Eurostat

Nel 2013 pi¨ di 120 milioni di europei a rischio povertÓ o esclusione sociale


Secondo i dati pubblicati da Eurostat, nel 2013 pi¨ di 120 milioni di cittadini europei si sono trovati a rischio di povertÓ o esclusione sociale.
Redazione 7 Novembre 2014 Condividi
Comparte esta noticia en TwitterComparte esta noticia en FacebookComparte esta noticia en TwitterAñadir a del.icio.usAñadir a YahooRSS
 Nel 2013, 122,6 milioni di persone, ovvero il 24,5% della popolazione europea si sono trovate a rischio di povertà o di esclusione sociale. Questo significa un quarto dei cittadini europei si sono trovati in almeno una delle seguenti tre condizioni: a rischio di povertà dopo un mutamento sociale (povertà di reddito), gravemente carenti a livello materiale o che vivono in famiglie con una bassa intensità lavorativa.
 
Questi sono i dati pubblicati da Eurostat, l┤ufficio statistico dell┤Unione europea, che si basano su cifre reperite dalla ricerca EU-SILC.
 
La percentuale delle persone a rischio di povertà o di esclusione sociale nella EU28 nel 2013 (24,5%) è leggermente diminuitarispetto al 2012 (24,8%), ma è superiore a quella del 2008 (23,8%). La riduzione del numero di persone a rischio di povertà o di esclusione sociale nell┤UE è uno degli obiettivi principali del strategia Europa 2020.
 
Nel 2013, più di un terzo della popolazione era a rischio di povertà o di esclusione sociale in cinque Stati membri: Bulgaria (48,0%), Romania (40,4%), Grecia (35,7%), Lettonia (35,1%) e Ungheria (33,5%). Al contrario, le percentuali più basse di persone a rischio di povertà o di esclusione sociale sono state registrate nella Repubblica ceca (14,6%),  Paesi Bassi (15,9%), Finlandia (16,0%) e Svezia (16,4%).
 
Tra gli Stati membri per i quali sono disponibili dati, il tasso di rischio di povertà o di esclusione sociale nell’arco di tempo 2008-2013  è aumentato
nella maggior parte degli Stati membri. Le sole diminuzioni registrate sono state in Polonia (dal 30,5% nel 2008 al 25,8% nel 2013), Romania (dal 44,2% al 40,4%), Austria (dal 20,6% al 18,8%), Finlandia (dal 17,4% al 16,0%), Slovacchia (dal 20,6% al 19,8%), la Repubblica Ceca (dal 15,3% al 14,6%) e in Francia (dal 18,5% al 18,1%), mentre la quota è rimasta stabile in Belgio.
 

Ultime da Capitale umano
Scambio culturale in Georgia
La metro M5 arriverÓ fino a Monza
"Costruiamo il futuro", verso lo sciopero del 5 dicembre
La Commissione europea lancia un contest di scrittura
Premio EGO per le start-up pi¨ innovative
Expo premia le donne
Pulizie a domicilio, arriva Easyfeel
Crowdfunding: 3 false credenze e 3 consigli
Metti un Fablab nel deserto
Professionisti, dal 30 giugno scatta l┤obbligo del Pos

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter
Inclusione Finanziaria
ParitÓ di trattamento tra pari
Carlos Trias
Vuoi un blog tutto tuo ed essere letto in tutte l'universitÓ?
Scoprilo qui
LIBRI
Da zero a uno: I segreti delle startup, ovvero come si costruisce il futuro
Ginella Tabacco, Poterti parlare ancora
Alfredo Corchado, Mezzanotte in Messico
Arthur Miller, "L┤equazione dell┤anima"
Gino Strada e Roberto Satolli, "Zona Rossa"
Piero Angela, "Tredici miliardi di anni"
TESI E DISSERTAZIONI
Note Legali | Politica sulla Privacy | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Conttatare | Prezzi Annuncio | RSS RSS