Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Alcuni di questi cookie sono utilizzati per realizzare le analisi delle viste, altri a gestire la pubblicità e altri ancora sono necessari per il corretto funzionamento del sito. Se si continua a navigare o si fa clic su "accettare", considereremo come accettato il loro utilizzo. È possibile ottenere ulteriori informazioni, o sapere come modificare le impostazioni, in Politica sui cookie?
Versión Española Versión Mexicana Ibercampus English Version Version fran├žaise Versione italiana

23/4/2019  
      in Ibercampus in  | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Contatti | Tariffe | Iscriversi | RSS RSS
Politica
Politiche di inclusione
Ricerca e sviluppo
Capitale umano
Economia
Cultura
Ambiente
Salute
SocietÓ
Sport
Dibattiti
Interviste
Educazione
Borse di studio
Lavoro e Formazione
America Latina
Tendenze
Le aziende ed i CSR
UniversitÓ
Chiamate
 Empresas y RSC
A2A
ANSALDO STS
ASSICURAZIONI GENERALI
ATLANTIA
AUTOGRILL
AZIMUT
BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA
BANCA POPOLARE DI MILANO
BANCO POPOLARE SOCIET└ COOPERATIVA
BULGARI
BUZZI UNICEM
CAMPARI
CNH INDUSTRIAL
DIASORIN
ENEL S.P.A.
ENI
EXOR
FIAT
FINMECCANICA
FONDIARIA-SAI
GTECH
IMPREGILO
INTESA SANPAOLO
LUXOTTICA
MEDIASET
MEDIOBANCA
MEDIOLANUM
PARMALAT
PIRELLI & C.
PRYSMIAN
SAIPEM
SNAM RETE GAS
STMICROELECTRONICS
TELECOM ITALIA
TENARIS
TERNA - RETE ELETTRICA NAZIONALE
TOD'S
UBI BANCA
UNICREDIT
 Universidades























RICERCA E SVILUPPO
La scoperta dei ricercatori della Brown University

L┤algoritmo di photo editing che cambia il meteo alle tue foto


I ricercatori della Brown University hanno sviluppato un software di photo editing che permette di cambiare il meteo delle foto con dei semplici comandi.
Giulia Colombo 11 Agosto 2014 Condividi
Comparte esta noticia en TwitterComparte esta noticia en FacebookComparte esta noticia en TwitterAñadir a del.icio.usAñadir a YahooRSS
Siete in vacanza, avete trovato un paesaggio che sarebbe un soggetto perfetto per una foto ma il cielo nuvoloso rovina lo scatto? I ricercatori della Brown University hanno trovato una soluzione. Gli studiosi hanno creato un algoritmo che permette di modificare le fotografie, cambiando il tempo, l’ora dello scatto, la stagione o altri dettagli delle foto all’aperto grazie a semplici comandi. 
 
Il software, che può cambiare fino a 40 elementi metereologici in una foto, è facilmente utilizzabile anche da parte degli utenti poco esperti, che con semplici comandi possono modificare in un colpo solo tutti i contrasti e i colori del cielo senza bisogno di essere esperti di photo editing. Le 40 caratteristiche del cielo comprendono attributi oggettivi –nuvoloso, assolato, piovoso, nevoso-, ma anche soggettivi –sentimentale, misterioso, calmo.
 
Per “insegnare” al software cosa volessero dire questi aggettivi, gli studiosi hanno utilizzato le foto scattate da 101 fotocamere in giro per il mondo in diverse stagioni e momenti della giornata. Quindi, hanno chiesto ai lavoratori di  Mechanical Turk di catalogare più di 8000 foto secondo determinando quali delle 40 caratteristiche possedessero. Armato di queste conoscenze, l’algoritmo è in grado di applicarle alle nuove fotografie. Il computer, infatti, riesce a capire quale parte del cielo modificare e su quali contrasti lavorare.
 
Il software ha però dei limiti. Ad esempio, non può trasformare l’inverno in estate, perché questo significherebbe aggiungere erba in una foto che ne è priva. I ricercatori evidenziano l’impossibilità di ricreare dettagli con questa precisione.
 
I realizzatori del progetto sono il ricercatore Pierre-Yves Laffont, e i laureati della Brown University Zhile Ren, Xiaofeng Tao e Chao Qian. Il software di photo editing verrà presentato al SIGGRAPH 2014, conferenza annuale di computer graphics.
 

Ultime da Ricerca e sviluppo
Gran parte dell┤intelligenza si eredita dalla mamma
Italia-Israele: Ŕ sfida
Da Telethon oltre 1.480.000 euro alla ricerca scientifica in Veneto
Dopo 9 anni la sonda New Horizons ha raggiunto Plutone
Ricerca Unimib: frugando tra i ricordi i nostri occhi sembrano laser
Un collirio per la cura delle malattie neurodegenerative
Sul lungo termine gli antibiotici rendono i batteri pi¨ forti
Moglynet, tre milioni di euro al progetto coordinato dalla Statale di Milano
Trieste Next 2015, il salone europeo della ricerca scientifica
Finanziamento di 66 milioni per innovazione e ricerca in Emilia Romagna

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter
Inclusione Finanziaria
ParitÓ di trattamento tra pari
Carlos Trias
Vuoi un blog tutto tuo ed essere letto in tutte l'universitÓ?
Scoprilo qui
LIBRI
Da zero a uno: I segreti delle startup, ovvero come si costruisce il futuro
Ginella Tabacco, Poterti parlare ancora
Alfredo Corchado, Mezzanotte in Messico
Arthur Miller, "L┤equazione dell┤anima"
Gino Strada e Roberto Satolli, "Zona Rossa"
Piero Angela, "Tredici miliardi di anni"
TESI E DISSERTAZIONI
Note Legali | Politica sulla Privacy | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Conttatare | Prezzi Annuncio | RSS RSS