Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Alcuni di questi cookie sono utilizzati per realizzare le analisi delle viste, altri a gestire la pubblicità e altri ancora sono necessari per il corretto funzionamento del sito. Se si continua a navigare o si fa clic su "accettare", considereremo come accettato il loro utilizzo. È possibile ottenere ulteriori informazioni, o sapere come modificare le impostazioni, in Politica sui cookie?
Versión Española Versión Mexicana Ibercampus English Version Version fran├žaise Versione italiana

25/4/2019  
      in Ibercampus in  | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Contatti | Tariffe | Iscriversi | RSS RSS
Politica
Politiche di inclusione
Ricerca e sviluppo
Capitale umano
Economia
Cultura
Ambiente
Salute
SocietÓ
Sport
Dibattiti
Interviste
Educazione
Borse di studio
Lavoro e Formazione
America Latina
Tendenze
Le aziende ed i CSR
UniversitÓ
Chiamate
 Empresas y RSC
A2A
ANSALDO STS
ASSICURAZIONI GENERALI
ATLANTIA
AUTOGRILL
AZIMUT
BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA
BANCA POPOLARE DI MILANO
BANCO POPOLARE SOCIET└ COOPERATIVA
BULGARI
BUZZI UNICEM
CAMPARI
CNH INDUSTRIAL
DIASORIN
ENEL S.P.A.
ENI
EXOR
FIAT
FINMECCANICA
FONDIARIA-SAI
GTECH
IMPREGILO
INTESA SANPAOLO
LUXOTTICA
MEDIASET
MEDIOBANCA
MEDIOLANUM
PARMALAT
PIRELLI & C.
PRYSMIAN
SAIPEM
SNAM RETE GAS
STMICROELECTRONICS
TELECOM ITALIA
TENARIS
TERNA - RETE ELETTRICA NAZIONALE
TOD'S
UBI BANCA
UNICREDIT
 Universidades























SPORT
Spina nel fianco per i broadcaster di tutto il mondo

La guerra delle tv ai siti di streaming

Sport.sky.it

Sempre pi¨ facile vedere partite di calcio ed eventi sportivi su internet senza doversi abbonare ai canali a pagamento.
Vincenzo Genovese 5 Dicembre 2014 Condividi
Comparte esta noticia en TwitterComparte esta noticia en FacebookComparte esta noticia en TwitterAñadir a del.icio.usAñadir a YahooRSS
C´è chi dice che saranno "il male del calcio", per il momento sono il male delle grandi tv. Sono i siti di streaming, piccoli e combattivi guerriglieri che duellano quotidianamente con i giganti televisivi nell´intricata selva della rete. Le piattaforme streaming riproducono in modo illegale contenuti esclusivi di un canale televisivo, come le partite di calcio, rendendoli disponibili a chiunque si colleghi con una normale connessione internet.

Una pirateria virtuale che manda su tutte le furie le grosse televisioni, ma fa spesso la felicità dei piccoli utenti: in molti non possono o non vogliono spendere del denaro per un abbonamento televeisivo per seguire la propria squadra. Altri utilizzano i siti streaming quando sono lontani da casa o il canale a cui si sono abbonati non trasmette la partita desiderata (in Italia la spartizione Sky-Mediaset ha provocato parecchi di questi inconvenienti), per non parlare delle persone che vivono all´estero: fino a qualche anno fa, prima dei servizi ufficiali SkyGo e PremiumPlay, i pirati dello streaming erano gli eroi moderni degli studenti Erasmus, lontani con gli occhi, ma vicinissimi con il cuore alle sorti della squadra per cui fanno il tifo.

Un servizio che non chiede un pagamento in cambio, ma si alimenta grazie a una miriade di micro-pubblicità che invadono il sito a ogni diretta. Proprio questo è uno dei maggiori inconvenienti per gli amanti dello streaming pirata: pop-up infiniti, finestre impossibili da chiudere e tempi d´attesa snervanti, abbinati alla scarsa qualità delle immagini fanno spesso perdere la pazienza e spegnere il computer. Nonostante questo, il rischio di perdere clientela per i broadcaster titolari dei diritti è reale: la fetta del pubblico abile a navigare su internet aumenterà per forza di cose negli anni e se i siti di streaming raggiungerano prestazioni accettabili è anche possibile ipotizzare una defezione di massa dalle pay-tv.

La battaglia legale, però, trova spesso diversi ostacoli. Alcune piattaforme, le più conosciute, si limitano a raccogliere ed elencare i link dei siti, ma non trasmettono immagini sul proprio sito, rendendosi così non perseguibili a norma di legge per la giurisdizione di numerosi Paesi. In Italia, una recente ordinanza, vieta invece persino ai siti d´informazione di citare le piattaforme streaming o i loro collettori: una strategia comunque non sufficiente, visto che i siti pirata nascono e muoiono alla velocità della luce, rigenerandosi dopo ogni chiusura. L´autorità di Polizia ne chiude alcuni, ma il setaccio della rete non può essere totale e soprattutto i tempi previsti per l´azione legale sono superiori a quelli necessari ai siti per trasmettere, banalmente i 90 minuti di un incontro di calcio.

Se non fosse per l´ingente danno economico ai grossi produttori televisivi, che spendono ogni anno milioni di euro per garantirsi i diritti dei campionati, si potrebbe tranquillamente inserire il fenomeno nel contesto della democratizzazione e nell´universalità della rete. Le partite gratis in diretta mondiale su internet non sono certo un bisogno primario, ma soddisfano una richiesta diffusa: ai nwtwork televisivi il compito di opporre le giuste contromisure, magari venedo incontro agli clandestini del web, come già successo per combattere il download illegale di musica.

Ultime da Sport
Pallavolo: Mondiali 2018 a Torino
Le maglie del Rayo Vallecano contro le discriminazioni
Il Parma Calcio Ŕ ufficialmente fallito
Il britannico Bradley Wiggins ha stabilito il nuovo record dell┤ora
Qatar, mondiali a Natale
Follia Hoolingans nel centro di Roma
L┤addio di Riquelme
Conte indagato per frode sportiva
Coppa d┤Africa, arbitro fuori per 6 mesi
Volontari ai giochi olimipici di Rio 2016? Aperte le candidature

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter
Inclusione Finanziaria
ParitÓ di trattamento tra pari
Carlos Trias
Vuoi un blog tutto tuo ed essere letto in tutte l'universitÓ?
Scoprilo qui
LIBRI
Da zero a uno: I segreti delle startup, ovvero come si costruisce il futuro
Ginella Tabacco, Poterti parlare ancora
Alfredo Corchado, Mezzanotte in Messico
Arthur Miller, "L┤equazione dell┤anima"
Gino Strada e Roberto Satolli, "Zona Rossa"
Piero Angela, "Tredici miliardi di anni"
TESI E DISSERTAZIONI
Note Legali | Politica sulla Privacy | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Conttatare | Prezzi Annuncio | RSS RSS