Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Alcuni di questi cookie sono utilizzati per realizzare le analisi delle viste, altri a gestire la pubblicità e altri ancora sono necessari per il corretto funzionamento del sito. Se si continua a navigare o si fa clic su "accettare", considereremo come accettato il loro utilizzo. È possibile ottenere ulteriori informazioni, o sapere come modificare le impostazioni, in Politica sui cookie?
Versión Española Versión Mexicana Ibercampus English Version Version fran├žaise Versione italiana

24/6/2019  
      in Ibercampus in  | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Contatti | Tariffe | Iscriversi | RSS RSS
Politica
Politiche di inclusione
Ricerca e sviluppo
Capitale umano
Economia
Cultura
Ambiente
Salute
SocietÓ
Sport
Dibattiti
Interviste
Educazione
Borse di studio
Lavoro e Formazione
America Latina
Tendenze
Le aziende ed i CSR
UniversitÓ
Chiamate
 Empresas y RSC
A2A
ANSALDO STS
ASSICURAZIONI GENERALI
ATLANTIA
AUTOGRILL
AZIMUT
BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA
BANCA POPOLARE DI MILANO
BANCO POPOLARE SOCIET└ COOPERATIVA
BULGARI
BUZZI UNICEM
CAMPARI
CNH INDUSTRIAL
DIASORIN
ENEL S.P.A.
ENI
EXOR
FIAT
FINMECCANICA
FONDIARIA-SAI
GTECH
IMPREGILO
INTESA SANPAOLO
LUXOTTICA
MEDIASET
MEDIOBANCA
MEDIOLANUM
PARMALAT
PIRELLI & C.
PRYSMIAN
SAIPEM
SNAM RETE GAS
STMICROELECTRONICS
TELECOM ITALIA
TENARIS
TERNA - RETE ELETTRICA NAZIONALE
TOD'S
UBI BANCA
UNICREDIT
 Universidades























DIBATTITI

Il calcio italiano Ŕ condannato al declino?

Sport.sky.it

Un┤analisi sulla situazione dello sport pi¨ amato in Italia. Fra problemi cronici e possibili vie d┤uscita.
Redazione 2 Gennaio 2015 Condividi
Comparte esta noticia en TwitterComparte esta noticia en FacebookComparte esta noticia en TwitterAñadir a del.icio.usAñadir a YahooRSS
 Articoli simili
 Razzismo, squalificato il Presidente Figc
Povero di talento e povero di denaro. Povero per colpe sue e di altri. Il Coni gli ha dimezzato i contributi per l’anno nuovo con una decisione bizzarra e populista: è lo sport più ricco (nonostante la crisi), quindi è quello che deve essere penalizzato. Una redistribuzione della ricchezza che sa molto di punizione e di politicamente corretto: il calcio è brutto, sporco, cattivo, ma milionario. Gli altri sport sono belli, puliti e buoni, ma squattrinati. È la retorica della lezione a chi s’è comportato male (vedi il caso Tavecchio). Il risultato è che un calcio fuori dal mercato per ragioni sue e per povertà oggettiva, l’anno prossimo sarà reso ancora più debole dalle istituzioni sportive. Praticamente come castrarsi per fare un dispetto alla moglie.

Ci preoccupiamo del calcio nel 2015, ma in realtà siamo sempre all’anno zero. Il nostro calcio non è più attraente, le nostre squadre sono indietro rispetto ai club stranieri. E il paradosso è che i cattivi sono gli unici a comportarsi da buoni: i club e le tv, che secondo la vulgata hanno rovinato questo sport, in realtà sono gli unici che lavorano per tenerlo in piedi. Alleati e rivali allo stesso tempo: le società sono riuscite a farsi pagare i diritti televisivi di un campionato mediocre per il 2015-2018 più del triennio precedente. E sono riuscite a vendere il deludente prodotto pure all’estero, alle emittenti televisive che comunque dal pallone fanno business.Risultato: noi nel 2015 in tv guarderemo partite brutte e mal giocate, ma le guarderemo lo stesso. Soffriremo lo stesso. Tutti. Come sempre. Tecnicamente più scarsi, economicamente più poveri, ma non necessariamente più tristi.

Fonte: Good Morning Italia



Ultime da Dibattiti
Garanzia Giovani, come funziona?
Quando Ŕ cominciata la questione dei giocatori oriundi in nazionale?
Quali sono le pi¨ belle universitÓ al mondo?
Cosa succede agli account Facebook dei morti?
Riforma costituzionale. Razionalizzazione del sistema o deficit democratico?
Le macchine elimineranno gli uomini?
Abbandono degli studi: dove colpisce di pi¨?
Quali sono i vantaggi dei pagamenti elettronici?
Che cos┤Ŕ l┤Eurovision Song Contest?
PerchÚ in molti sono contrari all┤Expo?

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter
Inclusione Finanziaria
ParitÓ di trattamento tra pari
Carlos Trias
Vuoi un blog tutto tuo ed essere letto in tutte l'universitÓ?
Scoprilo qui
LIBRI
Da zero a uno: I segreti delle startup, ovvero come si costruisce il futuro
Ginella Tabacco, Poterti parlare ancora
Alfredo Corchado, Mezzanotte in Messico
Arthur Miller, "L┤equazione dell┤anima"
Gino Strada e Roberto Satolli, "Zona Rossa"
Piero Angela, "Tredici miliardi di anni"
TESI E DISSERTAZIONI
Note Legali | Politica sulla Privacy | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Conttatare | Prezzi Annuncio | RSS RSS