Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Alcuni di questi cookie sono utilizzati per realizzare le analisi delle viste, altri a gestire la pubblicità e altri ancora sono necessari per il corretto funzionamento del sito. Se si continua a navigare o si fa clic su "accettare", considereremo come accettato il loro utilizzo. È possibile ottenere ulteriori informazioni, o sapere come modificare le impostazioni, in Politica sui cookie?
Versión Española Versión Mexicana Ibercampus English Version Version fran├žaise Versione italiana

24/6/2019  
      in Ibercampus in  | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Contatti | Tariffe | Iscriversi | RSS RSS
Politica
Politiche di inclusione
Ricerca e sviluppo
Capitale umano
Economia
Cultura
Ambiente
Salute
SocietÓ
Sport
Dibattiti
Interviste
Educazione
Borse di studio
Lavoro e Formazione
America Latina
Tendenze
Le aziende ed i CSR
UniversitÓ
Chiamate
 Empresas y RSC
A2A
ANSALDO STS
ASSICURAZIONI GENERALI
ATLANTIA
AUTOGRILL
AZIMUT
BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA
BANCA POPOLARE DI MILANO
BANCO POPOLARE SOCIET└ COOPERATIVA
BULGARI
BUZZI UNICEM
CAMPARI
CNH INDUSTRIAL
DIASORIN
ENEL S.P.A.
ENI
EXOR
FIAT
FINMECCANICA
FONDIARIA-SAI
GTECH
IMPREGILO
INTESA SANPAOLO
LUXOTTICA
MEDIASET
MEDIOBANCA
MEDIOLANUM
PARMALAT
PIRELLI & C.
PRYSMIAN
SAIPEM
SNAM RETE GAS
STMICROELECTRONICS
TELECOM ITALIA
TENARIS
TERNA - RETE ELETTRICA NAZIONALE
TOD'S
UBI BANCA
UNICREDIT
 Universidades























LE AZIENDE ED I CSR
Sistema diffuso in molte grandi aziende americani

Fca, corsi universitari pagati per i dipendenti negli States


Per arginare il ricambio di dipendenti, che negli stabilimenti americani raggiunge il 60%, Fca tenta una strada giÓ sperimentata da altri grandi gruppi: pagare le rette universitarie ai propri dipendenti.
Redazione 6 Maggio 2015 Condividi
Comparte esta noticia en TwitterComparte esta noticia en FacebookComparte esta noticia en TwitterAñadir a del.icio.usAñadir a YahooRSS
fonte: auto.it
E´ una strada già collaudata da altre grandi aziende statunitensi, come Starbucks: pagare l´istruzione universitaria ai propri dipendenti come benefit aziendale. La nuova proposta arriva dalla sezione americana della Fiat-Chrysler, sempre più inserita nelle logiche economiche degli States.
 
L´obbiettivo è quello di arginare il flusso in uscita dei dipendenti - il turnover dei lavoratori arriva fino al 60% ogni anno -, allettandoli con la prospettiva di un riconoscimento accademico. Le tasse universitarie, specie negli Stati Uniti, sono spesso molto onerose, quindi per molti dipendenti dei concessionari Fca l´aiuto aziendale sarebbe ben accetto.
 
I lavoratori potranno frequentare la Strayer University, attraverso le lezioni online o seguendo i corsi in uno dei 40 college situati in Virginia. Ancora non si sa il costo dell´operazione e se andrà a coinvolgere tutti i 118.000 dipendenti di concessionari del gruppo.

"Certo, in un mondo ideale i lavoratori non dovrebbero essere costretti a fare affidamento sui loro datori di lavoro per la loro istruzione, ma bisogna riconoscere come i dipendenti che partecipano a programmi del genere sono poi in grado di sviluppare enormi capacità relative propria alla loro occupazione. Le economie di scala in questo senso sono incredibili"  è il commento di Anthony Carnevale, direttore del Georgetown University Center per l´educazione e la forza lavoro.

 


Ultime da Le aziende ed i CSR
Fca, 600 milioni dalla Bei per gli stabilimenti italiani
Eni aspetta la fine dell┤embargo su Teheran
L┤UniversitÓ di Milano tra le nuove mete Fullbright
Intesa Sanpaolo crea una piattaforma per start up
Accordo rinnovato fra Politecnico di Milano e Pirelli
Mediaset e Sky lottano per i diritti televisivi
Mediaset porta le start up in televisione
Eni, al via la produzione nel giacimento di Cinguvu
Autogrill si consolida in America
Arrestato Rodrigo Rato, ex direttore del FMI

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter
Inclusione Finanziaria
ParitÓ di trattamento tra pari
Carlos Trias
Vuoi un blog tutto tuo ed essere letto in tutte l'universitÓ?
Scoprilo qui
LIBRI
Da zero a uno: I segreti delle startup, ovvero come si costruisce il futuro
Ginella Tabacco, Poterti parlare ancora
Alfredo Corchado, Mezzanotte in Messico
Arthur Miller, "L┤equazione dell┤anima"
Gino Strada e Roberto Satolli, "Zona Rossa"
Piero Angela, "Tredici miliardi di anni"
TESI E DISSERTAZIONI
Note Legali | Politica sulla Privacy | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Conttatare | Prezzi Annuncio | RSS RSS