Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Alcuni di questi cookie sono utilizzati per realizzare le analisi delle viste, altri a gestire la pubblicità e altri ancora sono necessari per il corretto funzionamento del sito. Se si continua a navigare o si fa clic su "accettare", considereremo come accettato il loro utilizzo. È possibile ottenere ulteriori informazioni, o sapere come modificare le impostazioni, in Politica sui cookie?
Versión Española Versión Mexicana Ibercampus English Version Version fran├žaise Versione italiana

23/4/2019  
      in Ibercampus in  | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Contatti | Tariffe | Iscriversi | RSS RSS
Politica
Politiche di inclusione
Ricerca e sviluppo
Capitale umano
Economia
Cultura
Ambiente
Salute
SocietÓ
Sport
Dibattiti
Interviste
Educazione
Borse di studio
Lavoro e Formazione
America Latina
Tendenze
Le aziende ed i CSR
UniversitÓ
Chiamate
 Empresas y RSC
A2A
ANSALDO STS
ASSICURAZIONI GENERALI
ATLANTIA
AUTOGRILL
AZIMUT
BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA
BANCA POPOLARE DI MILANO
BANCO POPOLARE SOCIET└ COOPERATIVA
BULGARI
BUZZI UNICEM
CAMPARI
CNH INDUSTRIAL
DIASORIN
ENEL S.P.A.
ENI
EXOR
FIAT
FINMECCANICA
FONDIARIA-SAI
GTECH
IMPREGILO
INTESA SANPAOLO
LUXOTTICA
MEDIASET
MEDIOBANCA
MEDIOLANUM
PARMALAT
PIRELLI & C.
PRYSMIAN
SAIPEM
SNAM RETE GAS
STMICROELECTRONICS
TELECOM ITALIA
TENARIS
TERNA - RETE ELETTRICA NAZIONALE
TOD'S
UBI BANCA
UNICREDIT
 Universidades























POLITICA
Il Congreso dice SI all┤intervento armato

EEUU: attacco alla Siria, ma con limite di 60 giorni e senza truppe di terra


L┤operazione ha la possibilitÓ di una sola proroga di altri 30 giorni previa approvazione da parte del Congresso. Ban Ki Moon frena agli americani: "rischiarebbe di creare ulteriori problemi". Hollande, deciso: "la Francia non interverrÓ da sola".
Redazione 4 Settembre 2013 Condividi
Comparte esta noticia en TwitterComparte esta noticia en FacebookComparte esta noticia en TwitterAñadir a del.icio.usAñadir a YahooRSS
Barack Obama ha spinto sull┤acceleratore, ed ha raggiunto l┤obiettivo: il Congreso Usa ha accelerato il via libera all┤intervento militare in Siria. Non qualche intervento, ha precisato il presidente americano: sarà "limitato e proporzionato inviera". Così pensa anche l┤intesa raggiunta dai leader della commissione Affari esteri, che prevede tra l┤altro un limite di 60 giorni per l┤operazione, con la possibilità di una sola proroga di altri 30 giorni previa approvazione da parte del Congresso. E┤ inoltre esplicitamente escluso l┤uso di forze di terra. Il testo sarà sottoposto oggi al voto della commissione. Se sarà approvato, come appare probabile, passerà all┤esame dell┤aula dal 9 settembre, giorno in cui i lavori parlamentari riprenderanno dopo la pausa estiva. 

Buone notizie per Obama, chi vuole cominciare l┤attacco alla Siria "all┤inizio della settimana prossima". Il presidente è stato fermo nelle sue idee: la Siria, dissi, ´Non e´ l´Iraq, non e´ l´Afghanistan. Stiamo parlando di un raid limitato, proporzionato, che e´ un messaggio non solo ad Assad, ma anche ad altri che potrebbero pensare di usare armi chimiche anche in futuro´´. L´azione militare Usa in Siria ha lo scopo di ridurre la capacita´ del regime di Assad di usare armi chimiche, ha spiegato il presidente, e si è detto ´´convinto che dovremmo attaccare, ma credo che saremo piu´ forti se agiamo assieme, uniti come nazione´´.

Lo speaker repubblicano, John Boehner, si è schierato accanto al presidente americano: ´´è necessario rispondere all´attacco con armi chimiche in Siria: solo gli Stati Uniti hanno la capacita di fermare Assad´´.E sulla stessa linea c┤è il leader della maggioranza repubblicana alla Camera, Eric Cantor, che ha annunciato di aver deciso di sostenere la richiesta del presidente: ┤┤Intendo votare per fornire al presidente degli Stati Uniti l┤opzione di usare la forza militare in Siria┤┤, ha affermato in un comunicato. Parole rinforzate anche dal leader dei democratici alla Camera dei Rappresentanti, Nancy Pelosi che ha aggiunto: ´´Non credo che il Congresso boccera´ la proposta di Obama a favore dei raid in Siria´´.

Ma non tutti sono d┤accordo, per niente. ll segretario generale delle Nazione Unite, Ban Ki Moon, avverte: "Il raid rischierebbe di creare ulteriori problemi". Il segretario generale tenta di frenare i piani de la Casa Bianca: "L┤uso della forza e┤ legale solo se autorizzato da una risoluzione del Consiglio di Sicurezza Onu", ha sentenziato. ll Consiglio di Sicurezza, ha aggiunto Ban, deve mostrare una leadership sull´uso delle armi chimiche che vada al di la´ del conflitto in Siria.

La polemica c┤è anche tra le file dell┤esercito. Il corriere della sera pubblicaba oggi: "cresce negli Stati Uniti l’opposizione popolare a un intervento militare in Siria. Non solo tra i pacifisti e attivisti del movimento Occupy, che nei giorni scorsi hanno organizzato manifestazioni contro la guerra nelle principali città del paese, ma tra gli stessi militari americani. Su Facebook è partita una clamorosa campagna: soldati e ufficiali Usa in divisa che si fotografano con il volto nascosto (per evitare provvedimenti disciplinari) da cartelli su cui scrivono frasi come “non sono entrato nell’esercito per finire coinvolto in guerre civili di altri paesi: stiamo fuori dalla Siria!”.

Anche il Vaticano si è schierato in contra: dopo i sui tweets contro l┤attacco ("Mai più la guerra! Mai più la guerra!") il Papa scrive: "con particolare fermezza condanno l´uso delle armi chimiche!".

Tra tanto, il "super interventista" presidente francese Francois Hollande ha affermato che se il Congresso americano voterà contro l´intervento in Siria, la Francia non interverrà da sola ed ha esortato poi l´Europa a unirsi sulla questione siriana, dicendosi poi fiducioso che essa "lo farà". Obama avrà incontri bilaterali con il premier francese e quello cinese Xi a margine del G20 in programma a San Pietroburgo, per dove è partito adesso. Da parte sua, il presidente russo Vladimir Putin non esclude l┤appoggio della Russia, secondo racconta Ansa. Il presidente Usa risponderà a domande sulla Siria oggi da Stoccolma.
 

Ultime da Politica
Il Parlamento greco ha approvato il primo pacchetto di misure imposte dall┤UE
Approvato al senato il maxiemendamento sulla riforma della scuola
Il senato approva il ddl che introduce il reato di omicidio stradale
Domenica 31 Maggio si voterÓ in 7 regioni
I rapporti tra Vaticano e Palestina
La buona scuola in un video
La Commissione Europea e la sfida della nuova Agenda Europea sull┤Immigrazione.
La Camera ha approvato la nuova legge elettorale: arriva l┤Italicum
Salta la candidatura di Nino Di Matteo alla Procura nazionale
Ue, no all┤intesa Ungheria-Russia sul nucleare

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter
Inclusione Finanziaria
ParitÓ di trattamento tra pari
Carlos Trias
Vuoi un blog tutto tuo ed essere letto in tutte l'universitÓ?
Scoprilo qui
LIBRI
Da zero a uno: I segreti delle startup, ovvero come si costruisce il futuro
Ginella Tabacco, Poterti parlare ancora
Alfredo Corchado, Mezzanotte in Messico
Arthur Miller, "L┤equazione dell┤anima"
Gino Strada e Roberto Satolli, "Zona Rossa"
Piero Angela, "Tredici miliardi di anni"
TESI E DISSERTAZIONI
Note Legali | Politica sulla Privacy | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Conttatare | Prezzi Annuncio | RSS RSS