Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Alcuni di questi cookie sono utilizzati per realizzare le analisi delle viste, altri a gestire la pubblicità e altri ancora sono necessari per il corretto funzionamento del sito. Se si continua a navigare o si fa clic su "accettare", considereremo come accettato il loro utilizzo. È possibile ottenere ulteriori informazioni, o sapere come modificare le impostazioni, in Politica sui cookie?
Versión Española Versión Mexicana Ibercampus English Version Version fran├žaise Versione italiana

1/4/2020  
      in Ibercampus in  | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Contatti | Tariffe | Iscriversi | RSS RSS
Politica
Politiche di inclusione
Ricerca e sviluppo
Capitale umano
Economia
Cultura
Ambiente
Salute
SocietÓ
Sport
Dibattiti
Interviste
Educazione
Borse di studio
Lavoro e Formazione
America Latina
Tendenze
Le aziende ed i CSR
UniversitÓ
Chiamate
 Empresas y RSC
A2A
ANSALDO STS
ASSICURAZIONI GENERALI
ATLANTIA
AUTOGRILL
AZIMUT
BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA
BANCA POPOLARE DI MILANO
BANCO POPOLARE SOCIET└ COOPERATIVA
BULGARI
BUZZI UNICEM
CAMPARI
CNH INDUSTRIAL
DIASORIN
ENEL S.P.A.
ENI
EXOR
FIAT
FINMECCANICA
FONDIARIA-SAI
GTECH
IMPREGILO
INTESA SANPAOLO
LUXOTTICA
MEDIASET
MEDIOBANCA
MEDIOLANUM
PARMALAT
PIRELLI & C.
PRYSMIAN
SAIPEM
SNAM RETE GAS
STMICROELECTRONICS
TELECOM ITALIA
TENARIS
TERNA - RETE ELETTRICA NAZIONALE
TOD'S
UBI BANCA
UNICREDIT
 Universidades























INTERVISTE

Edoardo Patriarca sul Presidente della Repubblica


Un politico che conosce e ha frequentato le nostre istituzioni, un garante verso tutti, un riformatore: questo il profilo tartteggiato.
Redazione 28 Gennaio 2015 Condividi
Comparte esta noticia en TwitterComparte esta noticia en FacebookComparte esta noticia en TwitterAñadir a del.icio.usAñadir a YahooRSS
Edoardo Patriarca
 Articoli simili
 La corsa al Quirinale
 Napolitano annuncia le dimissioni
L´elezione del Presidente della Repubblica è alle porte e
molti parlamentari sembrano aver ele idee confuse sul nome da scrivere nel segreto dell´urna
. Non l’onorevole del Partito Democratico Edoardo Patriarca, che delinea il profilo del successore di Napolitano.

Il prossimo presidente, salvo sorprese, sarà anche il primo nato in un’epoca successiva alla generazione che è cresciuta coi valori dell’antifascismo: esiste il rischio che col passare del tempo questi valori, così fondamentali per la storia del paese, possano essere dimenticati?


La vera sfida che abbiamo davanti a noi è recuperare il senso profondo dell’agire politico, viviamo in un tempo nel quale la politica è vista un problema più che una risorsa per uscire da una crisi ahimè troppo lunga. Troppi sprechi, troppi scandali, troppa corruzione. È questa la vera sfida che attende coloro che hanno scelto di servire il bene comune con la politica: dedizione, servizio, competenza, capacità progettuale. E non da ultimo va difeso il valore delle istituzioni repubblicane, luoghi nei quali si costruisce democrazia e partecipazione. Il dileggio, lo sberleffo, la calunnia non ci aiutano.

Qual´è il candidato ideale?


Un politico che conosce e ha frequentato le nostre istituzioni, un garante verso tutti, un riformatore con competenze internazionali adeguate.

Uomo o donna: c’è il rischio che, in caso di elezione di un Capo dello Stato donna, questa scelta appaia strumentale e pubblicitaria?

Penso che dopo la debacle delle votazioni fallite che portarono alla rielezione di Napolitano sia ben presente e ricordata tra le forze politiche, quelle più responsabili. Soprattutto dentro il Pd. La scelta andrà su una persona che spero abbia il profilo appena descritto. Se sarà poi una donna, è indubbio che introduce un valore aggiunto.

In passato si è parlato di modificare l’elezione del presidente della repubblica in senso diretto, quindi col voto dei cittadini. Lei come si pone a riguardo? è davvero un segno di “deficit democratico”?

La nostra è ancora una Repubblica parlamentare, la riforma costituzionale che prevede un senato delle autonomie e una democrazia più decidente, non introduce cambiamenti sulla figura del presidente. Se giungiamo alla conclusione di questo progetto, ritengo che avremo già fatto grossi passi in avanti.

In un periodo di crisi e grande travaglio per l’Italia e per l’Europa, quali saranno, secondo lei, le sfide immediate per il nuovo Capo dello Stato o su quali farebbe bene a porre attenzione?


Sostenere il processo riformatore in atto, garantire una presenza autorevole in Europa, difendere l’unità e la coesione sociale del paese in questa lunga crisi, sociale ed economica.

Fonte: TermometroPolitico.it



Ultime da Interviste
Il futuro dei droni, intervista a Roberto Alfieri
Mafia capitale e il rapporto tra politica e sistema criminale
Vincenzo Trione parla della collaborazione tra IULM e Biennale di Venezia
Stefania Pellegrini parla di territorio e mafia al nord
(S)vantaggi di essere uomini o donne nel giornalismo
Alessandra Bordoni, ricercatrice Unibo, parla del suo progetto sulla corretta alimentazione
Matteo Calvaresi, nanoparticelle per combattere l┤inquinamento atmosferico.
Arianna Ciccone intervista Enrico Mentana e Marco Damilano
Intervista a Susi Pelotti: prevenire la violenza sulle persone fragili
Intervista ad Alberto Regattieri

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter
Inclusione Finanziaria
ParitÓ di trattamento tra pari
Carlos Trias
Vuoi un blog tutto tuo ed essere letto in tutte l'universitÓ?
Scoprilo qui
LIBRI
Da zero a uno: I segreti delle startup, ovvero come si costruisce il futuro
Ginella Tabacco, Poterti parlare ancora
Alfredo Corchado, Mezzanotte in Messico
Arthur Miller, "L┤equazione dell┤anima"
Gino Strada e Roberto Satolli, "Zona Rossa"
Piero Angela, "Tredici miliardi di anni"
TESI E DISSERTAZIONI
Note Legali | Politica sulla Privacy | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Conttatare | Prezzi Annuncio | RSS RSS