Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Alcuni di questi cookie sono utilizzati per realizzare le analisi delle viste, altri a gestire la pubblicità e altri ancora sono necessari per il corretto funzionamento del sito. Se si continua a navigare o si fa clic su "accettare", considereremo come accettato il loro utilizzo. È possibile ottenere ulteriori informazioni, o sapere come modificare le impostazioni, in Politica sui cookie?
Versión Española Versión Mexicana Ibercampus English Version Version fran├žaise Versione italiana

16/7/2019  
      in Ibercampus in  | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Contatti | Tariffe | Iscriversi | RSS RSS
Politica
Politiche di inclusione
Ricerca e sviluppo
Capitale umano
Economia
Cultura
Ambiente
Salute
SocietÓ
Sport
Dibattiti
Interviste
Educazione
Borse di studio
Lavoro e Formazione
America Latina
Tendenze
Le aziende ed i CSR
UniversitÓ
Chiamate
 Empresas y RSC
A2A
ANSALDO STS
ASSICURAZIONI GENERALI
ATLANTIA
AUTOGRILL
AZIMUT
BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA
BANCA POPOLARE DI MILANO
BANCO POPOLARE SOCIET└ COOPERATIVA
BULGARI
BUZZI UNICEM
CAMPARI
CNH INDUSTRIAL
DIASORIN
ENEL S.P.A.
ENI
EXOR
FIAT
FINMECCANICA
FONDIARIA-SAI
GTECH
IMPREGILO
INTESA SANPAOLO
LUXOTTICA
MEDIASET
MEDIOBANCA
MEDIOLANUM
PARMALAT
PIRELLI & C.
PRYSMIAN
SAIPEM
SNAM RETE GAS
STMICROELECTRONICS
TELECOM ITALIA
TENARIS
TERNA - RETE ELETTRICA NAZIONALE
TOD'S
UBI BANCA
UNICREDIT
 Universidades























AMBIENTE
Compost, creme, infusi, frittate e altro

Come riutilizzare gli scarti delle verdure in cucina e nell┤orto


Quanto sono preziose tutte quelle parti degli ortaggi che solitamente sono considerate meno nobili e vengono gettate senza il minimo riguardo?
Redazione 4 Aprile 2014 Condividi
Comparte esta noticia en TwitterComparte esta noticia en FacebookComparte esta noticia en TwitterAñadir a del.icio.usAñadir a YahooRSS
Le parti di scarto delle verdure e della frutta sono una vera e propria risorsa in cucina e per la coltivazione dell┤orto. Scoprirete che le foglie, le bucce e le parti verdi di molti ortaggi sono perfettamente commestibili e utilizzabili per la preparazione di ricette davvero appetitose. 
Ecco tanti modi per riutilizzare gli "scarti" delle verdure, in cucina e nell┤orto. Vi accorgerete di quanto sono preziose tutte quelle parti degli ortaggi che solitamente sono considerate meno nobili e vengono gettate senza il minimo riguardo.
 
1) Compost
Quando gli scarti delle verdure sono inadatti ad essere riutilizzati in cucina per la preparazione delle vostre ricette, non gettateli semplicemente nel bidone dell┤umido, ma utilizzateli per arricchire il vostro compost. Potrete sminuzzarli prima di inserirli nella vostra compostiera, in modo che si degradino più rapidamente. Potrete posizionare il vostro contenitore per il compostaggio nell┤orto o in giardino, oppure costruire una compostiera da balcone.
 
2) Orto
Sapevate che è possibile coltivare numerosi ortaggi a partire dagli scarti? Conservate la base della lattuga, dei cipollotti, del sedano e dei porri. Le potrete interrare in vaso o nell┤orto ed assistere alla nascita di nuove piantine. Potrete fare lo stesso con la parte superiore delle carote, ma in questo caso non otterrete nuovi ortaggi, ma delle sementi utili per il prossimo raccolto.
 
3) Pesti e cremine
Pesto, cremine e salsine per condire la pasta. Non buttate gli scarti degli ortaggi. Sminuzzateli e frullateli con un pochino d┤olio extravergine per ottenere dei condimenti per i primi piatti o delle delizie da spalmare sul pane. Una salsina sfiziosa si prepara con le foglie dei broccoli, da cuocere al vapore, ripassare in padella e frullare con il peperoncino e l┤aglio. Le salsine preparate con gli scarti sono ottime anche per il pinzimonio. Potrete utilizzare, ad esempio, le parti verdi dei porri e dei finocchi, i gambi degli asparagi e dei carciofi, i baccelli dei piselli, le bucce di carota e i talli d┤aglio.
 
4) Chips di bucce
Se avete a disposizione degli ortaggi bio, come patate e carote, potrete utilizzare le loro bucce per preparare delle chips croccanti davvero gustose. Ricordate sempre di lavare e spazzolare bene gli ortaggi prima di sbucciarli. Le potrete prepararle in padella con dell┤olio di qualità oppure disporle su una placca da forno, dopo averle condite con erbe aromatiche, e cuocerle fino a quando non diventeranno croccanti.
 
5) Infusi e tisane
Per preparare infusi e tisane potrete utilizzare alcuni scarti della frutta, come i piccioli di mela e le scorze di agrumi. Tenete da parte le scorze di arance, limoni e mandarini, lasciatele essiccare e sminuzzatele nel mixer da cucina. Le potrete aggiungere alle foglie di tè per aromatizzare le vostre bevande o nella preparazione delle tisane casalinghe. Potete fare lo stesso con le bucce di mela, da lasciare essiccare, e con i piccioli di ciliegia.
 
6) Succhi con l┤estrattore
Pezzetti di scarto delle carote, del sedano, dei finocchi o dei cetrioli e foglie commestibilidegli ortaggi e delle insalate: quante volte li abbiamo gettati tra i rifiuti senza pensarci troppo? Potrete provare a raccoglierli in una ciotola (da conservare in frigorifero se dovrete attendere qualche ora prima dell┤utilizzo) dopo la preparazione dei vostri piatti a base di verdura. Li potrete aggiungere agli ingredienti che utilizzerete per preparare i vostri succhi freschi di frutta e verdura con l┤estrattore.
 
7) Vellutate
Gli scarti delle verdure potranno arricchire le vostre vellutate in maniera davvero inaspettata. Ecco perché dovreste sempre conservare le foglie, le parti verdi e di scarto di ortaggi come i finocchi, i porri, il sedano, i cavolfiori, la verza, gli asparagi e le carote. Sminuzzate gli scarti, che si ammorbidiranno senza problemi con la cottura.
 
8) Composte e marmellate
Potete utilizzare le bucce della verdura e della frutta per arricchire le vostre composte e le vostre marmellate. L┤importante è scegliere sempre ortaggi e frutta bio. Potrete arricchire la vostre preparazioni casalinghe con le bucce delle carote, ma anche delle mele, delle albicocche o delle pere, per ottenere delle ottime conserve o dei chutney.
 
9) Gnocchi
Forse non ci avevate mai pensato, ma potrete ottenere degli ottimi gnocchi non soltanto utilizzando la parte principale degli ortaggi, ma anche i loro scarti. Tra gli ingredienti più indicati per preparare degli gnocchi ecologici troviamo i gambi degli asparagi, le bucce di carota e le parti di "scarto" (da lessare) di broccoli e cavolfiori.
 
10) Frittate, farinate e torte salate
Le frittate sono uno dei piatti "svuotafrigo" più classici quando si parla di riutilizzare le parti di scarto delle verdure o gli avanzi. Potrete utilizzare gli scarti delle verdure sia per le frittate classiche a base di uova, sia per le farinate preparate al forno o in padella con la farina di ceci. In questo caso, ad esempio, potrete aggiungere alle vostre preparazioni foglie di ravanello, parti verdi dei finocchi e dei porri, talli d┤aglio tritati, gambi delle foglie di prezzemolo o di basilico, eccetera. Gli stessi scarti, sminuzzati e sbollentati, oppure ripassati in padella, arricchiranno i ripieni delle vostre torte salate.
Infine, un ultimo suggerimento. Non dimenticate di tritare finemente le bucce di carote, cipolle e patate per arricchire la preparazione del vostro dado vegetale fatto in casa.
 
Conoscete altri modi per riutilizzare gli scarti delle verdure e della frutta?
 
Informazione via GreenMe.it (articolo di Marta Albè) 

Ultime da Ambiente
La Corte di Giustizia dell┤UE ha condannato l┤Italia
Dal Madagascar arrivano le formiche Dracula
Gli ┤hot spot┤ del cambiamento climatico
Il volo per vedere le aurore boreali
I due mari che si incontrano senza mescolarsi
Droni del Cnr studiano il clima dell┤Artico
Occhio della Medusa: la prima foto delle stelle neonate
Energia solare e pulita con il Cnr
Il Cnr all┤Expo si occupa di pesca sostenibile
Cnr, l┤inquinamento rallenta le glaciazioni

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter
Inclusione Finanziaria
ParitÓ di trattamento tra pari
Carlos Trias
Vuoi un blog tutto tuo ed essere letto in tutte l'universitÓ?
Scoprilo qui
LIBRI
Da zero a uno: I segreti delle startup, ovvero come si costruisce il futuro
Ginella Tabacco, Poterti parlare ancora
Alfredo Corchado, Mezzanotte in Messico
Arthur Miller, "L┤equazione dell┤anima"
Gino Strada e Roberto Satolli, "Zona Rossa"
Piero Angela, "Tredici miliardi di anni"
TESI E DISSERTAZIONI
Note Legali | Politica sulla Privacy | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Conttatare | Prezzi Annuncio | RSS RSS