Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Alcuni di questi cookie sono utilizzati per realizzare le analisi delle viste, altri a gestire la pubblicità e altri ancora sono necessari per il corretto funzionamento del sito. Se si continua a navigare o si fa clic su "accettare", considereremo come accettato il loro utilizzo. È possibile ottenere ulteriori informazioni, o sapere come modificare le impostazioni, in Politica sui cookie?
Versión Española Versión Mexicana Ibercampus English Version Version fran├žaise Versione italiana

24/7/2019  
      in Ibercampus in  | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Contatti | Tariffe | Iscriversi | RSS RSS
Politica
Politiche di inclusione
Ricerca e sviluppo
Capitale umano
Economia
Cultura
Ambiente
Salute
SocietÓ
Sport
Dibattiti
Interviste
Educazione
Borse di studio
Lavoro e Formazione
America Latina
Tendenze
Le aziende ed i CSR
UniversitÓ
Chiamate
 Empresas y RSC
A2A
ANSALDO STS
ASSICURAZIONI GENERALI
ATLANTIA
AUTOGRILL
AZIMUT
BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA
BANCA POPOLARE DI MILANO
BANCO POPOLARE SOCIET└ COOPERATIVA
BULGARI
BUZZI UNICEM
CAMPARI
CNH INDUSTRIAL
DIASORIN
ENEL S.P.A.
ENI
EXOR
FIAT
FINMECCANICA
FONDIARIA-SAI
GTECH
IMPREGILO
INTESA SANPAOLO
LUXOTTICA
MEDIASET
MEDIOBANCA
MEDIOLANUM
PARMALAT
PIRELLI & C.
PRYSMIAN
SAIPEM
SNAM RETE GAS
STMICROELECTRONICS
TELECOM ITALIA
TENARIS
TERNA - RETE ELETTRICA NAZIONALE
TOD'S
UBI BANCA
UNICREDIT
 Universidades























POLITICA
Un modo per salvare alcuni diritti umani

Approvato il decreto svuota-carceri


╚ stato approvato in seconda lettura al Senato, con 147 sý e 95 no, il decreto-legge 23 dicembre 2013, n.146, "recante misure urgenti in tema di tutela dei diritti fondamentali dei detenuti e di riduzione controllata della popolazione carceraria."
Redazione 20 Febbraio 2014 Condividi
Comparte esta noticia en TwitterComparte esta noticia en FacebookComparte esta noticia en TwitterAñadir a del.icio.usAñadir a YahooRSS
 Notizie correlate
 Droga: bocciata Fini-Giovanardi Consulta "legge incostituzionale"
 Decreto svuota carceri
 Arrestata Luxuria in una protesta a favore degli omosessuali
 Le Pussy Riot sfidano Putin: źEntriamo in politica contro di lui╗
L’ok è arrivato a due giorni dalla scadenza, visto che il 21 febbraio si sarebbero esauriti i termini per la conversione del testo passato alla Camera il 6 febbraio scorso, e che dovrebbe portare la popolazione delle celle nostrane sotto quota 60mila unità. Tentiamo allora di coglierne il valore analizzando sei punti fondamentali, a partire dai motivi che l’hanno reso necessario.

PERCHÈ. Nel caso non fossero eloquenti i dati da sterminio 2013 e 2014 della condizione carceraria italiana, che tra sovraffollamento, incuria, mancanza di risorse e qualche grave episodio riconducibile alle guardie ha di fatto reso la cella una sorta di anticamera del cimitero, bisogna allora ricordare come sull’Italia gravi, dal gennaio 2013, una pesante condanna della Corte Europea dei diritti dell’Uomo.
Si tratta della cosiddetta sentenza Torreggiani, dal nome di uno dei detenuti che presentarono ricorso contro lo Stato per violazione dell’articolo 3 della Convenzione Europea, ossia la proibizione di trattamenti inumani e degradanti.
Quei casi, oltre a concludersi con obblighi di risarcimento, si tradussero anche in una sentenza pilota,procedura che permette, attraverso la trattazione del singolo ricorso, di identificare un problema strutturale, in questo caso quello del sistema penitenziario italiano, che per il presidente Napolitano “in gioco” l’onore del Paese.

Il provvedimento, uscito indenne rispetto all’approvazione della Camera, contiene le seguenti novità (fonte Il Sole 24 Ore).

BRACCIALETTI ELETTRONICI. Saranno la regola invece che un’eccezione, a meno che il giudice non ne escluda la necessità.

PICCOLO SPACCIO. La detenzione di lieve entità diventa reato autonomo con pena proporzionata; salta poi il divieto di disporre per più di due volte l’affidamento terapeutico al servizio sociale dei condannati tossico/alcool dipendenti, che se minorenni possono essere trattati in comunità.

SERVIZI SOCIALI. Sale a 4 anni il limite di pena (anche residua) per l’affidamento in prova ai servizi sociali, ma con più poteri d’urgenza per il magistrato di sorveglianza.

LIBERAZIONE ANTICIPATA. In via temporanea (dal 1 gennaio 2010 al 24 dicembre 2015) sale da 45 a 75 giorni a semestre la detrazione di pena concessa con la liberazione anticipata. Sono in ogni caso esclusi dallo sconto ulteriore i condannati di mafia o per altri gravi delitti (come omicidio, violenza sessuale, rapina aggravata, estorsione), con emendamento a firma della presidente della commissione Giustizia, la deputata Donatella Ferranti (Pd).

DOMICILIARI. Diventa definitiva la disposizione che consente di scontare presso il domicilio la pena detentiva (anche se parte residua) non superiore a 18 mesi, con mantenimento delle esclusioni già previste.

DETENUTI STRANIERI. Anche grazie all’identificazione già dal carcere, viene ampliato il campo dell’espulsione quale alternativa alla detenzione, non solo per gli stranieri a cui spettino 2 anni di pena, ma pure ai condannato per un delitto previsto dal testo unico sull’immigrazione (con pena prevista non superiore a 2 anni) o per rapina o estorsione aggravate.

GARANTE DEI DETENUTI. Il ministero della Giustizia istituisce il Garante nazionale dei diritti dei detenuti: un collegio di tre membri, scelti tra esperti indipendenti, in carica per 5 anni (non prorogabili) a ai quali spetta il compito di vigilare sul rispetto dei diritti umani nelle carceri e nei Cie attraverso ispezioni, inchieste e una relazione annuale al Parlamento.

RECLAMI. I reclami dei detenuti potranno essere inoltrati a più sedi opportune, e a questi dovranno essere maggiormente garantiti davanti al giudice designato, specialmente in caso di sanzioni disciplinari o inosservanze che pregiudichino diritti.


Informazione via Squer


Ultime da Politica
Il Parlamento greco ha approvato il primo pacchetto di misure imposte dall┤UE
Approvato al senato il maxiemendamento sulla riforma della scuola
Il senato approva il ddl che introduce il reato di omicidio stradale
Domenica 31 Maggio si voterÓ in 7 regioni
I rapporti tra Vaticano e Palestina
La buona scuola in un video
La Commissione Europea e la sfida della nuova Agenda Europea sull┤Immigrazione.
La Camera ha approvato la nuova legge elettorale: arriva l┤Italicum
Salta la candidatura di Nino Di Matteo alla Procura nazionale
Ue, no all┤intesa Ungheria-Russia sul nucleare

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter
Inclusione Finanziaria
ParitÓ di trattamento tra pari
Carlos Trias
Vuoi un blog tutto tuo ed essere letto in tutte l'universitÓ?
Scoprilo qui
LIBRI
Da zero a uno: I segreti delle startup, ovvero come si costruisce il futuro
Ginella Tabacco, Poterti parlare ancora
Alfredo Corchado, Mezzanotte in Messico
Arthur Miller, "L┤equazione dell┤anima"
Gino Strada e Roberto Satolli, "Zona Rossa"
Piero Angela, "Tredici miliardi di anni"
TESI E DISSERTAZIONI
Note Legali | Politica sulla Privacy | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Conttatare | Prezzi Annuncio | RSS RSS