Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Alcuni di questi cookie sono utilizzati per realizzare le analisi delle viste, altri a gestire la pubblicità e altri ancora sono necessari per il corretto funzionamento del sito. Se si continua a navigare o si fa clic su "accettare", considereremo come accettato il loro utilizzo. È possibile ottenere ulteriori informazioni, o sapere come modificare le impostazioni, in Politica sui cookie?
Versión Española Versión Mexicana Ibercampus English Version Version fran├žaise Versione italiana

23/7/2019  
      in Ibercampus in  | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Contatti | Tariffe | Iscriversi | RSS RSS
Politica
Politiche di inclusione
Ricerca e sviluppo
Capitale umano
Economia
Cultura
Ambiente
Salute
SocietÓ
Sport
Dibattiti
Interviste
Educazione
Borse di studio
Lavoro e Formazione
America Latina
Tendenze
Le aziende ed i CSR
UniversitÓ
Chiamate
 Empresas y RSC
A2A
ANSALDO STS
ASSICURAZIONI GENERALI
ATLANTIA
AUTOGRILL
AZIMUT
BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA
BANCA POPOLARE DI MILANO
BANCO POPOLARE SOCIET└ COOPERATIVA
BULGARI
BUZZI UNICEM
CAMPARI
CNH INDUSTRIAL
DIASORIN
ENEL S.P.A.
ENI
EXOR
FIAT
FINMECCANICA
FONDIARIA-SAI
GTECH
IMPREGILO
INTESA SANPAOLO
LUXOTTICA
MEDIASET
MEDIOBANCA
MEDIOLANUM
PARMALAT
PIRELLI & C.
PRYSMIAN
SAIPEM
SNAM RETE GAS
STMICROELECTRONICS
TELECOM ITALIA
TENARIS
TERNA - RETE ELETTRICA NAZIONALE
TOD'S
UBI BANCA
UNICREDIT
 Universidades























CULTURA
Celebrazioni

Tutti i vincitori del premio Pulitzer 2015


Il 20 aprile a New York sono stati annunciati i vincitori del premio Pulitzer 2015, il pi¨ prestigioso premio giornalistico statunitense.
Redazione 22 Aprile 2015 Condividi
Comparte esta noticia en TwitterComparte esta noticia en FacebookComparte esta noticia en TwitterAñadir a del.icio.usAñadir a YahooRSS
fonte: iljournal.today
 Articoli simili
  Tutti i vincitori del premio Pulitzer 2014
Anche quest┤anno sono stati annunciati i vincitori del Premio Pulitzer, il riconoscimento giornalistico più importante e prestigioso degli Stati Uniti. Ecco l┤elenco dei vincitori della categoria giornalismo:

 

Pubblica utilità. La redazione del The Post and Courier di Charleston, in South Carolina, per la serie di articoli intitolata Till death do us part, sulle violenze nei confronti di più di 300 donne nello stato.

Breaking news. La redazione del Seattle Times per come ha raccontato la frana nella contea di Snohomish, che ha ucciso 43 persone, e come in seguito ha spiegato che il disastro si poteva evitare.

Inchieste. Eric Lipton del New York Times per come ha descritto le attività dei lobbisti negli Stati Uniti e la loro influenza sui giudici per proteggere i ricchi. La redazione del Wall Street Journal per gli articoli della serie Medicare unmasked sulle assicurazioni sanitarie.

Giornalismo divulgativo. Zachary R. Mider di Bloomberg News per aver spiegato come molte aziende statunitensi eludono le tasse e perché è difficile per i magistrati combatterle.

Giornalismo locale. Rob Kuznia, Rebecca Kimitch e Frank Suraci del Daily Breeze di Torrance, California, per un’inchiesta sulla corruzione in un piccolo distretto scolastico, condotta in particolare sul sito del quotidiano.

Giornalismo nazionale. Carol D. Leonnig del Washington Post, per le sue inchieste sul secret service, l’agenzia incaricata della sicurezza del presidente degli Stati Uniti e della sua famiglia.

Giornalismo internazionale. La redazione del New York Times per i suoi articoli sulla diffusione del virus ebola nell’Africa occidentale.

Feature writing. Diana Marcum del Los Angeles Times, per i suoi articoli sulla siccità nelle falde acquifere della Central Valley, in California.

Opinione. Lisa Falkenberg dello Houston Chronicle sulle condanne di persone innocenti nel sistema giudiziario statunitense.

Critica. Mary McNamara del Los Angeles Times per i suoi articoli che spiegano come i cambiamenti culturali abbiano influenzato la televisione.

Editoriale. Kathleen Kingsbury del Boston Globe per i suoi ritratti dei lavoratori nei ristoranti di Boston.

Vignette. Adam Zyglis del Buffalo News.

Fotografia breaking news. La redazione del St. Louis Post-Disptach per le foto delle proteste contro la polizia in seguito all’uccisione di Michael Brown a Ferguson.

Fotografia. Daniel Berehulak, freelance, New York Times, per i suoi scatti sull’epidemia di ebola in Africa occidentale.

 

Il premio è stato istituito nel 1917 dall’editore Joseph Pulitzer, ed è gestito dalla Columbia university di New York, per volontà dello stesso Pulitzer.

Il premio è diviso in 21 categorie e ai vincitori viene consegnata una ricompensa di diecimila dollari. Al vincitore della categoria “giornalismo per il bene pubblico” al posto dei soldi viene assegnata una medaglia d’oro. Oltre ai premi per il giornalismo la giuria assegna sette premi per le arti, la musica e la letteratura.

La giuria del Pulitzer è composta da 19 personalità del mondo dell’informazione, ma tra loro ci sono anche docenti universitari e scrittori.

Il processo di selezione dei migliori lavori giornalistici comincia a febbraio, quando la giuria, riunita alla Columbia university, seleziona tre finalisti per ogni categoria. In teoria anche i finalisti dovrebbero essere tenuti segreti e la giuria s’impegna a non far trapelare nessuna indiscrezione.

(Informazioni via Internazionale.it)

 

Ultime da Cultura
La casa sulla cascata di Frank Lloyd Wright
"UnivercittÓ Prize": un mese di eventi allo Steri di Palermo
Due monumenti celebrano la prima partita della storia dei mondiali di calcio
Il Friuli - Venezia Giulia a volo di drone
L┤UNESCO ha scelto 27 nuovi siti protetti
Expo, Padiglione Italia e Crui: il Vivaio della Ricerca
Nel cuore di un gigante: le stelle neonate di NGC 2367
Scambio culturale estivo in Polonia
L┤intervista dell┤Esa a Samantha Cristoforetti
Workshop sulla collaborazione scientifica italo-egiziana presso il Museo Egizio di Torino

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter
Inclusione Finanziaria
ParitÓ di trattamento tra pari
Carlos Trias
Vuoi un blog tutto tuo ed essere letto in tutte l'universitÓ?
Scoprilo qui
LIBRI
Da zero a uno: I segreti delle startup, ovvero come si costruisce il futuro
Ginella Tabacco, Poterti parlare ancora
Alfredo Corchado, Mezzanotte in Messico
Arthur Miller, "L┤equazione dell┤anima"
Gino Strada e Roberto Satolli, "Zona Rossa"
Piero Angela, "Tredici miliardi di anni"
TESI E DISSERTAZIONI
Note Legali | Politica sulla Privacy | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Conttatare | Prezzi Annuncio | RSS RSS